Mediaset Premium: i conti in rosso giustificano cessione di Vivendi

Mediaset Premium circa un mese fa è stata ceduta ai francesi di Vivendi. Questa infatti, come è stato ampiamente annunciato ha acquisito il pieno controllo di Mediaset Premium. l’accordo, come è stato ampiamente documentato ha previsto un reciproco scambio di azioni. Infatti al gruppo italiano controllato dalla famiglia Berlusconi è andato il 3,5% di Vivendi e a quest’ultima il 3,5% di Mediaset. Viene inoltre confermata una collaborazione molto ampia tra le due aziende.

Conti in rosso per Mediaset Premium

Oggi sono stati resi noti i dati trimestrali rilasciati dal gruppo del Biscioneche hanno fatto comprendere il motivo di questa improvvisa cessione. I conti sono risultati infatti essere in rosso per 18 milioni di euro. Facendo un paragone con quelli di un anno fa, in cui il gruppo italiano riportava un utile di 0,6 milioni di euro, si capisce come l’ultimo anno per Mediaset Premium è stata una vera e propria debacle. Basti pensare che senza Premium il gruppo Mediaset, in poche parole, avrebbe avuto un utile netto di 38,6 milioni di Euro.

Mediaset e Vivendi
Mediaset e Vivendi

Scoperta la causa della cessione

Premium per l’azienda della famiglia Berlusconi si è dunque dimostrata un vero e proprio peso. I notevoli investimenti effettuati nel recente passato, tra cui spiccano i soldi spesi per avere l Champions League in esclusiva, hanno avuto un peso ingente sui conti del gruppo italiano. Per Premium, il rosso è pari 56,6 milioni di Euro. Da ciò dunque deriva  la volontà di cedere la pay TV ai francesi. In tal maniera  l’azienda italiana potrà concentrare le sue risorse sulle restanti attività che per fortuna godono di buonissima salute.

leggi anche: Antitrust: multa salata a Mediaset, Infront, Lega Calcio e Sky

L’acquisizione ufficiale dovrebbe avvenire a settembre, prima però è necessario ottenere il consenso da parte dell’Antitrust. Vedremo dunque quali e quanti benefici porterà alle casse del gruppo italiano questa cessione, che quando avvenne circa un mese fa, fece molto discutere gli esperti di economia che si chiedevano il motivo di questa vendita. Motivi che adesso, dopo che sono stati comunicati i conti sono decisamente più chiari.

Premium confluirà dunque nel Gruppo Vivendi arricchendo in tale maniera l’azienda francese che ha già basi logistiche non indifferenti in Francia, Polonia, Africa, America Centrale, Estremo Oriente. Allo stesso tempo Mediaset proseguirà e rafforzerà la sua attività di editore di canali on demand.