Meizu Pro 7 dice addio ai bordi, 100% di schermo disponibile

Sebbene la notizie potrebbe non necessariamente corrispondere ad una novità assoluta, visto e considerato che in tempi molto recenti Xiaomi MI Mix ci ha reso partecipi di una vera e propria rivoluzione nei riguardi della gestione del rapporto screen-to-ratio, lo è sicuramente per Meizu, una società che nel tempo è riuscita ad aumentare il suo fatturato considerevolmente, in luogo di prodotti sempre più innovativi.

Display da 5.62 pollici di diagonale e sistema di copertura Full-Screen sono i punti saldi di quello che potrebbe essere il Meizu Phone più straordinario di sempre. Contro il 93.1% di STR di Xiaomi MI Mix troviamo un 100% di screen-to-body che copre, pertanto, l’intera superficie frontale del device. Le indiscrezioni in proposito sono piovute, neanche a dirsi, da parte di Weibo, il noto social cinese reduce di numerosi rumors locali, tra cui un potenziale annuncio del nuovo device la prossima Vigilia di Natale.

Le immagini, in tal senso, sembrano dare conferma su ciò che è stato detto e su alcune caratteristiche e specifiche che incontreremo, a quanto pare, tra non molto. Telaio in alluminio, leggero e resistente, su cui spicca uno schermo Super AMOLED Technology con diagonale utile da 5.62 pollici e risoluzione QHD @2560×1440 pixel ed aspect-ratio 2:1 (Full-screen Mode). Un phablet, quindi, con un rapporto quasi pari al 100%. Quasi, visto e considerato che le immagini lasciano intravedere un seppur minimo bordo laterale su ogni dimensione. meizu pro 7 display

Nessun tasto Home e nessuna fotocamera trovano posto in evidenza sul frontale. Di fatto, tutte le componenti essenziali del sistema trovano posto al di sotto del display stesso. Tra questi si ricordano il nuovo sensore per lo scanning intelligente delle impronte digitali ad ultrasuoni. Per quanto riguarda la fotocamera frontale (8 Megapixel dichiarati), questa fuoriesce appena dal bordo superiore del device.

Le integrazioni dovrebbero prevedere una dotazione standard di memoria RAM pari a 6GB in tecnologia LPDDR4 ed un comparto di storage interno da 64/128GB Flash Memory. Il comparto di immagazzinamento e conservazione energetica, tra l’altro, si fregerà del supporto alla ricarica ultra-rapida mCharge 4.0, che consentirà di passare da 0 a 100 in soli 40 minuti a device spento.

Dal punto di vista delle dimensioni si parla di 133x70x6,5 millimetri. Ignoto, almeno per ora, il microprocessore utilizzato, benché la dotazione minima prevista potrebbe contare almeno su di uno Snapdragon 820 che svolgerà la propria azione a bordo di un comparto software che conti sulle ottimizzazioni out-of-the-box fornite da Android 7.0 Nougat con applicate le personalizzazioni proprietaria del’Interfaccia Grafica Utente Meizu Flyme 5.1.

Prezzo delle due varianti fissato a 2.699 yuan (64 GB) e 3.099 yuan (128 GB). Ne sapremo di più nei prossimi giorni. Speriamo solo che l’assenza di bordi, come nel caso dell’attuale Full-Screen device di Xiaomi, non pregiudichi presto l’integrità del dispositivo. Di fatto Mi Mix ha evidenziato una non ottimale resistenza agli urti ed una certa predisposizione alle rotture. Intanto, facci sapere che cosa te ne pare del nuovo telefono.

LEGGI ANCHE: Meizu Pro 6S: benchmark e prime immagini della scocca posteriore