Microsoft Surface Phone 3 in 1: PC, telefono e notebook nel 2017

Microsoft ha presentato le sue ultime innovazioni nei riguardi della linea Surface, presso l’ultimo evento tenutosi la scorsa settimana, occasione in cui si sono messi in evidenza i nuovi device. Ma le intenzioni dell’azienda di Redmond per il nuovo anno sono ben altre, e vertono su un’integrazione portable all-in-one applicata al settore smartphone.

Il 2017 potrebbe di fatto costituire il periodo ideale per il lancio sul mercato del primo Microsoft Surface Phone, ovvero sia un device innovativo basato su una filosofia all-in-one che ricalca l’insito concetto societario di ecosistema. Ormai è chiaro: Redstone 3, il prossimo major update Microsoft per Windows 10, concentrerà la propria azione verso una direzione ben specifica, ovvero il settore mobile.

Secondo quanto riportato stamane dal noto portale polacco di MSMobile, la società sarebbe intenzionata a rilasciare un nuovo terminale mobile che riporta tre differenti modelli di dispositivo che, sostanzialmente, pongono marcate differenze nei soli comparti di memoria RAM/ROM. Si avranno, pertanto, versioni con 3/32Gb, 6/128GB e per finire 8/500GB. Il periodo utile per la comparsa dei nuovi device è da stabilirsi a fine 2017 e, pertanto, ci sarà ancora molto da dire in proposito nel corso dei prossimi mesi.

Ad ogni modo c’è chi ipotizza la presenza di soluzioni SoC Qualcomm Snapdragon (considerando il fatto che Intel ha ormai abbandonato il ramo di produzione chipset) e la compatibilità con gli attuali accessori correlati agli attuali prodotti, come la Surface Pen.

Visto e considerato lo sfacelo del mercato smartphone per Windows Phone, Microsoft deve darsi una mossa introducendo feature indispensabili e che consentano veramente di ottenere un serio vantaggio funzionale che migliori l’esperienza utente come mai sino ad ora.

microsoft surface phone

A tale scopo di prende in esame il metodo operativo sperimentato con i device della linea HP Elite X3, ovvero la capacità di realizzare un device adattabile ad ogni situazione, che funga da smartphone ma anche da mini-PC portatile, nel rispetto dei parametri di utilizzo stabiliti dalla piattaforma operativa Continuum, già compatibile con Lumia 950 e Lumia 950XL.

Miglioramenti, inoltre, sono attesi anche lato software, con aggiunta di nuove funzionalità Surface Phone. Novità che non vedremo con il prossimo Redstone 2 (aka Creators Update) previsto ad inizio anno, ma bensì con il futuro Redstone 3 da rilasciarsi, presumibilmente, al concludersi del 2017.

L’idea di un device all-in-one é l’idea che sta alla base dei prodotti Surface Pro, Book e Studio, applicata ora anche al comparto smartphone che potrebbe conoscere non soltanto un semplice smartphone ma anche una piattaforma completa adatta ad ogni situazione di utilizzo, dall’intrattenimento alla produttività in azienda.

Ad ogni modo resta aperta la possibilità che Microsoft stessa decida di archiviare il progetto, così come avvenuto per l’ipotetico Surface Mini, abbandonato a poche settimane dalla presentazione. In casa Microsoft c’è gran fermento, a causa di un mercato mobile davvero fiacco che non ha, almeno per il momento, saputo entusiasmare il pubblico.

windows 10 surface studioSurface Phone dovrà essere un device in grado di distinguersi ed aprirsi a nuove prospettive di utilizzo, senza la pretesa di una presenza nel mercato di nicchia, come avvenuto in tempi recenti con l’ultimo Microsoft Surface Studio, prerogativa unica di grafici e fumettisti. Staremo a vedere se il progetto verrà mantenuto in vita o se verrà classificato come “Archiviato”. Che cosa ne pensate dei prodotti Microsoft e dell’idea di un Surface Phone?