Il “mistero” del lago diventato rosso sangue: perché è successo?

C’è un lago diventato rosso sangue in Iran, l’Urmia, che recentemente è cambiato scatenando in rete molta curiosità. Lo si è notato da alcune immagini satellitari. Lo specchio d’acqua è tenuto sempre in osservazione perché la superficie è sempre in calo a causa di differenti fattori, ma a stupire gli osservatori è il fatto, appunto, che il c’è una lago diventato rosso “sangue”, completamente. Presagio biblico? Sta per arrivare la fine del mondo? Niente di tutto questo, la spiegazione c’è, ovviamente, ed è un fenomeno assolutamente naturale.

Il lago diventato rosso sangue

Le due immagini che vedete in basso sono state scattate dal satellite Aqua della NASA. Ad aprile l’Urmia era verde, mentre la foto scattata pochi giorni fa lo mostra in un rosso che pare sangue. Cosa sarà mai successo al più grande lago del Medio Oriente ed il sesto più vasto lago salato al mondo? Semplice: l’estate e il calore hanno fatto evaporare l’acqua e quindi la sua salinità. Tutto questo consente ai micro-organismi residenti nell’Urmia di influire sulla pigmentazione dell’acqua.

La NASA dice che per capire quali sono esattamente questi micro-organismi si dovrebbe analizzare l’acqua: è molto probabile che si trattino di Halobacteriaceae, batteri che quando aumenta la salinità rilasciano un pigmento rosso chiamato batteriorodopsina, e di Dunaliella salina, alghe che fanno diventare rosso il lago grazie ai carotenoidi.

lago diventato rosso

Negli ultimi anni l’Urmia è passato da verde a rosso e viceversa molte volte negli ultimi anni e questo è molto comune a causa della siccità e diversione delle acque per l’agricoltura. Insomma non arriverà la fine del mondo come qualcuno vi dice (sono tutte bufale), e non è nemmeno uno strano presagio biblico. Insomma niente di preoccupante: è solo un fatto assolutamente naturale.