NES Classic Edition: in arrivo una nuova console per giochi storici come Super Mario Bros

Per tutti coloro che hanno vissuto nel lontano 1985 o giù di lì, la nuova NES Classic Edition console potrebbe rappresentare una piacevole sorpresa.

Al giorno d’oggi sono in molti coloro che tentano in ogni modo di riprodurre, spesso invano, le antiche glorie dei classici video games. Utenti diversificati, ma uniti da un unico grande scopo, si cimentano nella trasposizione e nel porting di titoli per Wii U e Nintendo 3DS e si dicono sgomenti del fatto che la propria PS4 non sia in grado di avviare i vecchi giochi Playstation di passata generazione. Con NES Classic Edition tutti questi ostacoli sono stati superati, seppur con qualche specifica limitazione che gli appassionati, di certo, non si sarebbero aspettati.

Una console che non riporta alcun inconveniente lato hardware sul fronte della compatibilità con i moderni sistemi televisivi e che consente di riprodurre fedelmente 30 celeberrimi giochi che, nel tempo, si sono apprezzati e che sono poi caduti nel dimenticatoio. Proprio così, solo 30 giochi. Questa, per molti, una delle maggiori limitazioni. Ma la console funziona bene, forse anche troppo. Niente patch, niente errori e nessun problema di compatibilità. Collegate la vostra console, accendete il televisore e ci giocate. Vediamo come fare.

Come giocare a giochi NES Classic Edition sul tuo TVnes classic edition

Giocare ai vecchi titoli come, ad esempio, i sempreverdi Super Mario Bros (nelle loro tre versioni disponibili) è semplice come ci si immagina. L’interfacciamento alla console avviene tramite connessione HDMI e alimentazione. Avviamo il gioco e scegliamo semplicemente la lingua di destinazione. A questo punto siamo pronti a giocare. Nessun setting e nessuna perdita di tempo.

Una volta scelta la lingua principale avremo di fronte una videoteca indicativa di grandi classici del gioco che possiamo anche ordinare per filtri o indicazione cronologica/alfabetica o, in alternativa, dalla possibilità data di giocare in multiplayer locale uno contro uno (il classico 1P e 2P, per chi se lo ricorda).

Ricordiamo che, NES Classic Edition viene fornita di un unico controller al momento dell’acquisto sebbene nessuno vieti di acquistarne un altro per entrare in competizione con un avversario.nes classic edition giochi

A parte questa unica opzione (Scelta della Lingua) l’unico altro modo per intervenire sui parametri è costituito dalla scelta della Viwe Mode. In questo caso abbiamo: filtro CRT, modalità 4:3 e la Modalità Nintendo Pixel Perfetto. Il primo simula le linee di scansione di un vecchio monitor a raggi catodici, mentre i 4:3 ed il Perfect Pixel risultano luminosi e senza incertezze.

Mentre il formato 4:3 tende ad allungare i pixel (se siete veterani della tecnologia lo ricorderete) il Mode Perfect Pixel tende a formare un cosiddetto “quadrato perfetto”, scalando l’immagine in modo da renderla più “risoluta”.

Giochi NES Classic Editionnes giochi

I titoli per la vecchia NES erano centinaia e centinaia. Con questa nuova versione, Nintendo ha deciso di scemare i titoli a disposizione proponendo i grandi classici e qualche proposta di terza parte molto apprezzata. I giochi sono solo 30, ma sono i migliori.

Legend of ZeldaSuper Mario Bros 1, 2, 3. e pilastri della piattaforma come come Excitebike, MetroidPunch-Out , e il Dr. Mario si aggiungono a titoli provenienti da editori terzi.

Accanto a questi, inoltre, troviamo anche Ninja Gaiden, Double Dragon II, Final Fantasy, Castlevania e Tecmo Bowl.

Cosa non va in NES Classic Edition

nes controllerFondamentalmente non c’è nulla che non va, a patto di rendersi conto che si deve sempre e comunque avere a che fare con un controllo che svicola la visione moderna di joypad wireless per rifarsi ad una logica cablata ormai in via di estinzione.

Troviamo il novo previsto sistema multiplo di salvataggio a 4 slot semplificato ma, come già detto, un solo ed unico controller giochi che, come visibile da immagine, mantiene sostanzialmente inalterato il design e la disposizione dei comandi. Form Factor rettangolare e pad direzionali sulla sinistra in evidenza, proprio come nel lontano 1985. Niente è come il controller NES Classic Edition. Il feeling ed i ricordi dei lunghi pomeriggi di gioco rimangono tali e quali.

Purtroppo è così anche per il cavo, ingombrante e soprattutto troppo corto per essere utilizzato da una distanza ragionevole su un 50 pollici, ad esempio. Una misura che, all’epoca, era stata voluta per la necessità impellente di procedere al cambio cassetta per passare da un gioco all’altro. Una faccenda che, ai giorni nostri, risulta davvero inconcepibile.

Ad ogni modo, nonostante questi trascurabili difetti (per molti potrebbero non esserlo) la console è davvero ben fatta ed offre la semplicità dei vecchi giochi unitamente ad un sistema di visualizzazione moderno che, per soli $59.99 (circa €50) offrirà sane ore di intrattenimento strappando qualche sorriso ai veterani della piattaforma. L’esperienza fornita dalla nuova replica moderna di NES è davvero soddisfacente.

La potremo acquistare a partire dal prossimo 11 Novembre 2016 e, siamo certi, che dovremo fare piuttosto in fretta. Sono in molti, infatti, quelli che si sono detti disposti a procedere all’acquisto. Voi che cosa ne pensate in proposito?