Netflix dice NO alla modalità offline dei contenuti

Netflix, il nuovo servizio di video streaming americano che farà il suo debutto in Italia ad ottobre non assicura la possibilità di fruire dei contenuti multimediali in assenza di una connessione internet sempre attiva, almeno per il momento.

Netflix

Secondo le ultime informazioni, il servizio americano di video streaming Netflix sarà disponibile nel nostro Paese a partire dalla metà di ottobre. Sappiamo già a priori che per godere di un servizio quanto più stabile possibile occorre fornire una connessione di rete che assicuri un bandwidth a testa di almeno 0.5 Mbps, cosa più che accettabile ma che comunque ha insospettito gli utenti circa la fruibilità universale vista la quantità di banda totale universalmente richiesta. Da questo punto di vista dunque non sconcerta il fatto che, per mantenere gli standard qualitativi si richieda una tale larghezza di banda. Ricordiamo che i contenuti offerti spaziano tra film, programmi e serie TV in standard SD e HD a seconda dell’abbonamento sottoscritto.

É emersa comunque una news che potrebbe far discutere…

Perché negare la possibilità di poter vedere i contenuti trasmessi in modalità offline su Netflix?

Una features che sicuramente molti di noi vorrebbero poter utilizzare (come sulla falsa riga di Instant Video di Amazon) ma che, perlomeno momentaneamente, non sarà disponibile. La piattaforma quindi non prevederà la fruizione di film e serie tv offline giustificando il fatto con:

“Non è una cosa immediata: devi avere il giusto storage sul dispositivo e devi gestirlo. Non sono certo che gli utenti siano pronti per farlo”

Netflix

Questo quanto affermato da Neil Hunt. Secondo quanto riportato potrebbe essere necessario troppo tempo da quando si scarica il contenuto sino alla sua effettiva riproduzione inoltre sui device con scarsa capacità di memoria interna questo potrebbe costituire un problema. Ed ecco perché si è deciso di non offrire tale possibilità ai propri utenti nonostante l’imminente lancio della piattaforma sul mercato italiano dello streaming video TV.

Una portavoce dalla compagnia afferma inoltre che, complice la sempre più capillare diffusione di connessioni a banda larga e hotspot WiFi gratuiti, il gruppo preferisce concentrarsi sul miglioramento della qualità degli stream.

“Con la velocità delle connessioni in costante crescita e il WiFi accessibile in sempre più posti, la possibilità di effettuare lo streaming live ovunque ci si trovi renderà nel tempo meno importante il download”

Netflix

In effetti non una cattiva idea se ci si riflette su un momento. Chissà però se, vista la concorrenza (vedesi Amazon Instant Video) l’idea di fondo non possa subire notevoli variazioni di tendenza…

Nel frattempo prendete nota degli estremi di abbonamento al servizio Netflix Italia:

  • Piano base: 7,99 euro al mese in qualità standard su un dispositivo;
  • Piano intermedio: 8,99 euro al mese in Full HD su due dispositivi a scelta;
  • Piano completo: 11,99 euro al mese in 4K su quattro dispositivi a scelta.

Nel frattempo, in attesa di ulteriori novità, non possiamo che augurarvi buona visione.