Galaxy Note 7 Europa: apertura vendite entro fine Novembre

Samsung è stata in grado di avviare la commercializzazione vera e propria del suo ultimo terminale phablet top di gamma Galaxy Note 7 per appena un paio di settimane, prima di andare in contro a vicende tutt’altro che rassicuranti sia dal punto di vista economico che dell’immagine societaria, minata ora da un buon numero di casi documentati di incidenti (anche piuttosto gravi) causati da un pacco batteria non rispondente alle aspettative del pubblico e della società stessa.

Una situazione che, come noto, ha portato all’avviamento delle fasi inerenti le campagne di richiamo dei terminali che, nonostante tutto, procedono a rilento. In vista del completamento dell’iter di sostituzione Note 7, la società si aspetta (e più che altro prospetta) un trionfale rientro nei mercati di riferimento europei già entro la fine del prossimo mese di Novembre 2016, benché le unità con batterie ATL China certificate siano già state fruttuosamente rilasciate nei mercati cinesi ed ora anche in quelli della Corea del Sud, dove saranno disponibili a partire già dal prossimo 28 Settembre 2016. Qui in Europa, comunque, i tempi di attesa saranno notevolmente maggiorati, come riportato oggi su Reuters.

galaxy note 7

David Lowes, direttore marketing di Samsung in Europa, ha riferito del fatto che le forniture riprenderanno la loro commercializzazione prima di quanto prospettato in tempi precedenti, che volevano il Q4 come riferimento temporale per l’apertura delle vendite. Le date precise, ad ogni modo, sono ancora da stabilirsi per l’Europa, mentre negli USA, in Australia ed a Singapore, i Note 7 sono attesi già a partire dal prossimo mese di Ottobre 2016.

galaxy note 7

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 7, il caso delle batterie esplosive costerà caro a Samsung

Seppure gli investitori hanno previsto un calo finanziario dell’8% nel terzo trimestre, in casa Samsung si confida nel fatto di poter recuperare rapidamente terreno sottolineando che le domande inerenti il nuovo terminale restano comunque alte, come inoltre già visto in fase di pre-ordine e pre-sospensione vendite. David Lowes, tra l’altro, ha anche detto che Samsung non ha intenzione di ridimensionare i suoi piani di marketing originali per il Galaxy Note 7 a seguito delle contestazioni sulle batterie difettose. Ciò significa che l’azienda farà di tutto per riconquistarsi la fiducia dei consumatori. Voi che ne pensate?