Note 7: primi problemi e soluzioni per permessi di root

Samsung Galaxy Note 7 è un terminale davvero interessante e di certo all’attenzione di molti modder che, in questi giorni, si stanno interessando in merito allo sblocco del nuovo flagship killer della casa sudcoreana. In prima linea, come sempre, il noto personaggio Chainfire, il quale tramite il suo account Google+ ha fatto sapere che le difficoltà incontrate nel corso della procedura non sono state poche. Scopriamo il perché.

Galaxy Note 7 root: primo tentativo di sblocco con SuperSUNote 7 SuperSU

Samsung Galaxy Note 7 (solo in variante Exynos) è stato recentemente sottoposto ad un primo tentativo di unlock-device attraverso l’utilizzo del noto applicativo SuperSU ad opera del modder Chainfire, che ha per noi documentato l’intera procedura. Vista la disponibilità della release di SuperSU Beta 2.77, in molti potrebbero pensare che la concessione dei permessi root Note 7 sia ormai cosa fatta. Beh, non è proprio così.

Stando alle dichiarazioni dirette dell’interessato alla vicenda, infatti, le difficoltà incontrate portano ad alcune imperfezioni nello sviluppo che, in luogo di un nuovo sistema di protezione a livello kernel, impediscono di fatto l’applicazione della procedura. Samsung, in tal senso, ha disposto un nuovo criterio di sicurezza che blocca la concessione dei permessi di amministratore. Ogni qualvolta, infatti, un’applicazione richiede il permesso, questa viene bloccata dal kernel che, impostando un valore di UID/GID uguale o inferiore a 1000 identifica il processo indesiderato e procede al riavvio istantaneo del terminale.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 7, alcune unità vanno inspiegabilmente in crash.

Il significato di ciò e legato al fatto che il valore di un processo root è quasi sempre inferiore a 1000 ed il sistema lo sa bene. In tal senso, quindi, la possibilità di ottenere l’unlock su Note 7 sembrerebbe in apparenza cosa non fattibile. In alternativa a ciò, Chainfire ha impiegato una via alternativa, che sfrutta una vulnerabilità nota da utilizzarsi come bypass del sistema di sicurezza tramite patch. Ad ogni modo, è solo questione di tempo prima che Samsung individui la falla e provveda al rilascio di opportuna patch correttiva tramite aggiornamento. Almeno per il momento, è comunque possibile sbloccare Note 7. Ti basta solo scaricare la nuova applicazione.