Galaxy Note7, lo scanner oculare sarà fornito da Patron

Galaxy Note 7 sarà il prossimo nuovo terminale business della categoria Samsung smartphone verso cui si sono susseguite, in rapida successione, una serie di indiscrezioni che se confermate porterebbero nelle nostre mani un vero e proprio mostro dell’innovazione Hi-Tech del momento eliminando la volontà di passare ad un terminale per una specifica killer feature contando invece su un vero e propria rivoluzione tecnologica in piena regola.

Tralasciando i vari rumor in merito alla creazione del nuovo Samsung Focus Hub, che estende ulteriormente le funzionalità dei prossimi flagship killer, parliamo oggi di una notizia apparsa tra le pagine di KoreaHold che riportano nuove conferme in merito alla già discussa novità sulla presenza del nuovo scanner biometrico oculare dell’iride che consentirebbe di ampliare i margini di sicurezza ed accessibilità ai nostri futuri dispositivi. Vediamo insieme cosa si è appreso in proposito.

Samsung Note 7 Iris Scan, arrivano nuove confermeGalaxy Note 7 Edge immagini

Nel corso di queste ultime settimane si è più volte detto del fatto di poter ritrovare i nuovi sensori oculari per la scansione biometrica a bordo delle prossime proposte smartphone della sudcoreana Samsung Electronics. Lo abbiamo visto con Galaxy Tab Iris da destinare alle imprese governative e locali in India e lo riproponiamo con i prossimi top di gamma della serie Note 7

In tempi recenti, infatti, numerosi nuovi marchi sono pervenuti alla nostra attenzione evidenziando come l’applicazione e quindi l’implementazione della tecnologia non sia poi così avulsa dalla realtà dei fatti. Un nuovo rapporto ha evidenziato come le trattative per la creazione di un sensore Iris-Scan siano in dirittura d’arrivo attraverso la partnership Samsung-Patron, un’azienda quest’ultima specializzata nella realizzazione di moduli camera.Note 7 Iris Scan

Patron, in particolare, ha vinto una gara per la fornitura dei prossimi scanner per iride da implementare a bordo dei Galaxy Note 7 di prossima generazione che, come anticipato in un precedente post, vedranno la luce già il 2 Agosto 2016 portando con sé svariate novità nei confronti dei nuovi modelli ed a quanto pare anche dei nuovi sistemi di accesso.

La scansione dell’ride offrirà perciò un maggior margine di sicurezza rispetto alle attuali proposte di scansione biometrica delle impronte digitali che, tramite metodi comuni, possono essere facilmente rielaborati a fini di clonazione, potendo contare su soli 40 tratti distintivi, come detto, facilmente emulabili.

Samsung crede ormai da tempo nella fattibilità della cosa, Se ne era parlato internamente già con l’avvento di Galaxy S4 ma, all’epoca, la tecnologia era davvero troppo indietro per pensare ad un’immediata implementazione del componente. Sembra che per la società sia giunto il momento ideale per impressionare il pubblico grazie ad una tecnologia davvero avanzata che, sino a qualche anno fa, era pura e semplice fantascienza.

Leggi anche: Samsung Galaxy Note 7 vs Samsung Galaxy S7, in cosa sarà superiore il phablet?

Galaxy Note 7 sarà ufficialmente presentato in giornata 2 Agosto 2016 e prevederà un evento epocale. Nel frattempo, oltre ad invitarvi caldamente a seguirne i futuri sviluppi in vista della sua presentazione, vi esortiamo a prendere visione di tutti i dati e le specifiche del nuovo prodotto. Dopo averlo fatto, utilizzate il box dei commenti qui di seguito per esprimere la vostra opinione in proposito. Siete possessori di un device della linea Note? Cosa vorreste sul vostro prossimo dispositivo? Fatecelo sapere. Commentate.