Canone Rai in bolletta, come funziona e chi é tenuto al pagamento?

L’abbonamento RAI 2016 verrà incluso nella bolletta dell’energia elettrica, successivamente al 1° luglio 2016 con importo sceso di 100€ tondi (ben 13,50€ in meno rispetto all’anno scorso). L’importo verrà suddiviso in rate da 20€ ad ogni bolletta bimestrale, unica eccezione la bolletta di luglio che riepiloga il saldo dei mesi precedenti. Da quest’anno non sarà più possibile richiedere la disdetta canone Rai per suggellamento, avvalendosi della possibilità di sigillare il proprio apparecchio televisivo a dimostrazione del suo inutilizzo. Secondo la legge di stabilità, chi possiede un televisore in grado di ricevere il segnale terrestre o satellitare che sia ed a prescindere che venga utilizzato, sarà tenuto a pagare regolarmente il canone TV 2016.

Canone Rai cambio Residenza

Ricordiamo che la tassa sulla TV deve essere pagata dal soggetto che risulta essere l’intestatario della bolletta della luce e detenga nella propria dimora di residenza anagrafica un televisore, sarà pertanto più che mai necessario comunicare tempestivamente al vostro fornitore di energia ogni cambiamento di residenza, e più precisamente anche nelle seguenti casistiche:

  • Canone Rai – Abbonati SKY o alla tv via satellite, anche se non prendono visione di Rai
  • Canone Rai – Case arredate l’inquilino che ha utenza di energia elettrica domestica per residenti, anche se non è lui il proprietario del TV, che risulta in locazione.
  • Canone Rai – Seconda Casa, non è tenuto a versare altro che un solo canone di 100€, anche chi dispone di più immobili o più apparecchi in tutta la nazione, a patto che sia sempre il medesimo intestatario, e non altro soggetto appartenente al nucleo familiare con diversa residenza. (es. moglie residenza in lombardia, marito residenza in liguria)
  • Canone Rai – Case Vacanza intestate a residenti all’estero ma che in Italia detengono la tv.

canone rai bolletta luce

Canone Rai Esenzione, chi non paga

  • over 75 con un reddito proprio e del coniuge che non supera 8.000€ annui.
  • tv su computer chi si avvale di un monitor collegato a pc o notebook, senza sintonizzatore tv, per la visione dei programmi radiotelevisivi utilizzando connessione internet non é soggetto al canone.
  • chi non detiene una tv anche se intestatario di un’utenza di energia elettrica per residenti, avvalendosi della dichiarazione di non detenzione degli apparecchi, Potete scaricare qui il relativo modulo in formato PDF.
  • militari di cittadinanza straniera appartenenti alle forze Armate della Nato e agenti diplomatici e consolari.

Nel caso in cui non abbiate mai pagato il canone, non compilate il modulo in anticipo, l’associazione dei consumatori ci consiglia di aspettare di scoprire se la richiesta di pagamento arriverà a luglio, si dice, nei confronti di chiunque abbia sottoscritto o sottoscriverà una nuova utenza elettrica. Sono previste infatti sanzioni per le autorità dell’energia elettrica qualora venissero meno al loro impegno.

Il mancato pagamento del canone tv da chi non è ancora mai stato abbonato può essere accertato in qualsiasi momento da parte delle Autorità di controllo. Si dovrà così corrispondere il canone con la decorrenza a far data dal verbale di accertamento ma vi potranno anche essere sanzioni di legge, ammontanti al massimo a 619€ per ogni annualità evasa.

canone rai esenzione

Firma anche tu, in pochi secondi, la petizione per abolire il Canone Rai, direttamente al link di Altroconsumo.

Per tutte le casistiche speciali, o dubbi e domande è possibile contattare il Prontolarai e prendere un’appuntamento telefonico con un operatore da lunedì a venerdì 9,00 – 19,00. Potete inoltre contattare Rai al servizio clienti da lunedì a sabato 9,00 – 21,00 anche se riteniamo sia doveroso avvisarvi del costo della telefonata, a vostro carico da 48,8 cent/min da cellulare a 14,49 cent/min da rete fissa.