Philips Hue ora ha un sensore di movimento che può accendere le luci

Philips sa che la costruzione di un ecosistema di illuminazione per una casa intelligente non significa solo bombardare il mercato con diversi tipi di connessione Wi-Fi collegati alle lampadine. Sulla scia dell’introduzione di interruttori a muro Hue avvenuta durante lo scorso anno, Philips ha appena fatto debuttare il nuovo sensore di movimento Philips Hue per il suo sistema di illuminazione. Il sensore di piccole dimensioni è pensato per essere posizionato in qualsiasi punto della casa dove si vorrebbe che luci si accendessero automaticamente ogni volta che qualcuno passa davanti.

Il dispositivo è auto-esplicativo, ma si tratta in realtà  di un qualcosa pensato per funzionare in coppia con l’applicazione Hue. Il sensore di movimento Philips Hue può essere posizionato ovunque per controllare le luci di fino a due camere. Ha una gamma di rilevamento del movimento di circa 5 metri, così ogni volta che qualcuno cammina vicino ad essa, le luci si accende. Mentre si potrebbe impostare il sensore di movimento solo per controllare, ad esempio, le luci del bagno in modo da non dover cercareper un interruttore nel mezzo della notte, è possibile anche impostare l’interruttore per accendere entrambe le luci bagno e corridoio così l’intero viaggio notturno è illuminato. Mentre il sensore ha una rilevazione limitata per quanto concerne il campo di movimento, questa può controllare le luci in qualsiasi parte della vostra casa.

Dal momento che il sensore di movimento controlla stanze piene di luci, si può anche impostare in modo da accendere una scena specifica se si hanno le lampadine intelligenti Hue multicolor. Nell’applicazione, è possibile impostare queste scene con più luci che emettono diversi colori per ottenere il miglior ambiente per determinati eventi, come  ad esempio quando ci si prepara per andare a letto o ci si sveglia al mattino. Con il sensore di movimento, quelle scene possono essere attivate ogni volta che si cammina vicino ad esso, in modo da non dover entrare nella App. 

Leggi anche:

Philips Hue
Philips Hue

Il sensore di movimento di Philips Hue, a seconda di quale camera si vuole controllare agisce in maniera differente. Per esempio, se si tratta di controllare le luci del corridoio, è impostato per spegnerle dopo pochi minuti che non avviene nessun movimento. Comunque questi preset possono essere modificati in qualsiasi momento per soddisfare il proprio nucleo familiare, possono contribuire a risparmiare energia spegnendo automaticamente le luci nelle zone in cui nessuno è intorno. La stessa funzione viene utilizzata in un preset “Daylight”, in cui il sensore di movimento è in grado di rilevare la quantità di luce solare nella stanza e regolarsi autonomamente, questo allo scopo di ridurre il consumo energetico.

L’aggiunta del sensore di movimento Philips Hue è in linea con l’obiettivo della celebre multinazionale di rendere l’utilizzo di illuminazione intelligente il più semplice possibile per chiunque. Il modo più ovvio di controllo del sistema di illuminazione intelligente Philips è attraverso l’applicazione Hue, ma la società ha aggiunto il supporto per il controllo vocale Amazon Alexa, e c’è anche la possibilità di usare la Apple App per manipolare le luci.  Qualcuno pensa che la presenza di così tante opzioni,  possa confondere alcune persone, Philips spera invece che questo incoraggerà la maggior parte degli utenti a utilizzare questi nuovi dispositivi. Il sensore di movimento Philips Hue sarà disponibile in autunno per $ 39.