Prisma App: come usarla ?

Prisma Android è un’applicazione inserita recentemente a pieno titolo all’interno del bagaglio applicativo del Google Playstore in seguito all’enorme successo riscontrato in ambiente iOS, dov’è risucita a portasi sulla vetta delle preferenze in relazione alle migliori applicazioni fotografia e fotoritocco. Un successo che, nonostante l’esiguità delle opzioni disponibili, è dovuto al fatto di poter contare su un editing automatico che offre composizioni fotografiche da vero artista.

In merito alla nuova applicazione, e nonostante le precedenti considerazioni fatte riguardo la semplicità di utilizzo, vi sono alcuni interrogativi che, per i nuovi arrivati dell’universo Android, devono trovare risposta. Forniremo in questa sede, infatti, tutte le risposte di cui avete bisogno. Andiamo.

Prisma Android, quando le foto diventano quadri

Prisma modifica immaginiPrisma app Android, come anticipato in calce al post, è la nuova applicazione che si presta ad un editing base ma comunque davvero molto efficace delle nostre fotografie secondo modelli stilizzati predefiniti che ricalcano alcune forme proprie dell’arte e che concorrono a creare, quindi, dei veri e propri capolavori artistici in fotografia.

Disponibile inizialmente per le sole piattaforme Apple di iPhone ed iPad, sbarca ora anche nell’universo Android dei prodotti appartenenti alla casa di Mountain View dopo essersi mostrata in beta la scorsa settimana. A tal proposito, basti sapere che il servizio non richiede particolari requisiti minimi di sistema ma una versione prevista del sistema pari o superiore ad Android 4.1.

Creata dal genio di un giovane ragazzo russo, si promette di divenire, insieme a Pokémon Go, il trend di questa estate proprio a causa della facilità di utilizzo e delle opzioni di editing automatico.

Perché scegliere Prisma AndroidPrisma Android

Chi non ha ancora avuto modo di provare in prima persona la nuova applicazione deve essere conscio dei limiti e delle potenzialità dell’applicativo. All’interno degli store, infatti, esistono una moltitudine di prodotti applicativi che convergono verso un unico punto: il foto-ritocco. Ad ogni modo vi sono delle peculiarità specifiche che conducono alla scelta dell’una o dell’altra app.

Adobe Photoshop Express, ad esempio, è un client molto ridotto rispetto alla sua versione desktop ma disponibile sia per piattaforma Android che iOS attraverso una serie importante di funzioni che consentono di impostare filtri e regolazioni per il colore, la luminosità ed i contrasti. Ciononostante l’equipaggiamento si mantiene su livelli base, seppur validi a tutti gli effetti.Prisma app fotografia

In modo analogo, possiamo citare Aviary Photo Editor, Photo Lab e PicsArt, tre delle applicazioni più conosciute del settore. Cosa hanno in comune queste applicazioni con Prisma? Tutto e niente. Consentono, infatti, di intervenire su una moltitudine di filtri e personalizzazioni, ma in modo decisamente poco intuitivo ed “artistico” rispetto alla nuova applicazione che, in questi giorni, ha mandato in tilt i server a causa dell’enorme mole di richieste pervenute dai client.

Le possibilità offerte, di fatto, a vantaggio di una visualizzazione editata delle immagini sugli stili dell’Impressionismo e dell’attuale POP trend non viene riscontrata in altre note applicazioni come Instagram, VSCO e Snapseed. Tutto è fin troppo semplice. Scopriamo perché.

Prisma Android – Come usarla

Come abbiamo anticipato poc’anzi, il cavallo di battaglia della nuova applicazione, oltre lo stile vero e proprio che lo contraddistingue, è la sua semplicità dovuta ad un’interfaccia che in qualche modo ricalca quella già vista su Instagram. Scarichi l’applicazione gratuita e la avvii. A questo punto puoi scattare una foto in diretta tramite la fotocamera principale di sistema o quella frontale ed iniziare a editare o, in alternativa, puoi scegliere un’immagine già scattata dalla tua galleria o dal cloud di Google Drive.

A questo punto vi verrà presentata l’anteprima su cui possiamo intervenire ruotando o ritagliando a piacimento prima di avere accesso alle vere e proprie funzioni di editing ed applicazione filtri.Prisma filtri

La peculiarità di Prisma, come peraltro riferito dal creatore dell’app, Alexey Moiseenkov, consiste nel fatto che rispetto ad applicazioni concorrenti, la sua ha alcune peculiarità specifiche che la contraddistinguono. Infatti, l’applicazione non si limita unicamente ad applicare filtri per sovrapposizione ma si appoggia a delle reti neurali che analizzano la struttura dell’immagine per offrire una lavorazione a caldo dello scatto che consenta di ottenere poi l’effetto desiderato sulla base dell’algoritmo. Le foto, una volta ultimato il post-processing, possono essere salvate o condivise direttamente tramite la funzione in-app.

Prisma Android – Impostazioni

La prima cosa che farete non appena installata l’applicazione sarà senza dubbio provarla. Ciononostante, anche le Impostazioni meritano di essere prese in considerazione.Prisma Watermark

Watermark in evidenza

Per impostazione predefinita, e ve ne accorgerete subito dopo aver editato l’immagine, il watermark Prisma si materializzerà in sovra-impressione nella parte bassa sulla destra della vostra immagine finale. Possiamo rimuoverlo dalle Impostazioni premendo sull’ingranaggio a destra ed accedendo allo slider relativo alla voce Add Watermark. Disabilitala ed il logo in sovrimpressione sparirà lasciando il post ad un’immagine pulita.Prisma foto

Salvataggio Immagini

Un altro punto importante è costituito dal salvataggio foto, che puoi effettuare dopo aver applicato uno dei filtri Prisma alla tua immagine, tramite il pulsante che trovi accanto a quelli utili per la condivisione social. Ti basta premerlo per effettuare il download del contenuto. Ok, ma dove sono state salvate le immagini?Prisma cartella immagini

Nella maggioranza dei casi le immagini si trovano all’interno della Galleria di sistema ma se non riusciste a trovarle allora sappiate che l’app le memoria in un’apposita cartella che risiede in memoria interna e si chiama per l’appunto Prisma. Dalle Impostazioni al punto precedente, troviamo relativamente al salvataggio due ulteriori opzioni:

  • Save original photos: Salva automaticamente le foto scattate con Prisma (in formato quadrato ed a bassa risoluzione: 810 x 810 pixel non elaborate, 1.080 x 1.080 pixel post-elaborazione), se abilitata
  • Save artworks automatically: Salva automaticamente tutte le immagini alle quali avete applicato un filtro (sempre all’interno della cartella Prisma)

Ritagliare immagini PrismaPrisma ritaglia immagini

Come già detto, una volta caricata una nostra foto dobbiamo renderla quadrata secondo lo standard d’uscita visivo previsto dall’applicazione. L’immagine può essere spostata nello spazio tenendo premuto su di essa e spostandoci nella posizione desiderata sino a delinearne i bordi dell’inquadratura e potendoci aiutare con la griglia guida predisposta. Premendo Next concluderemo la procedura e potremo passare all’applicazione dei filtri personalizzati.

Prisma app ProblemiPrisma is over capacity

Proprio a causa della sua popolarità, Prisma per Android sta facendo registrare una situazione analoga a quella già vista con il sovraccarico delle richieste per i server di POkémon Go. Il messaggi di errore riporta, infatti, l’impossibilità di procedere all’elaborazione delle immagini a causa della lentezza dovuta alla mole di richieste.

L’elaborazione immagini, infatti, non avviene in locale ma si serve di reti neurali centralizzate online, come visto in precedenza. Il messaggio there are too many people using Prisma right now. Please wait a moment and try again, comunque, ci rassicura dicendo che sarebbe più opportuno riprovare più tardi sperando in maggior fortuna.Prisma Notifica

Un altro problema che può presentarsi potrebbe derivare da una notifica Prisma persistente in traybar che non riporta contenuto e che non si può eliminare. Questo dipende da un errore intrinseco nella stesura del codice che potrebbe essere ottimizzato attraverso la prossima release update.

LEGGI ANCHE: Come realizzare foto perfette con il tuo smartphone.

Ti ricordiamo che puoi scaricare gratuitamente la nuova applicazione per smartphone e tablet Android seguendo il sottostante badge che rimanda alla risorsa Google Playstore:

Price: Free

Voi che cosa ne pensate della nuova applicazione Prisma Android? Avete avuto modo di provarla o siete ancora in attesa di poter elaborare le immagini a causa della lentezza del servizio online? Lasciateci pure tutte le vostre impressioni e non dimenticate di seguirci attraverso i nostri canali tematici all’interno del nostro sito. Vi aspettiamo.