Stop alla pubblicità del Galaxy Note 7, nuove strategie per Samsung

Samsung decide di interrompere la pubblicità, una decisione controversa ma necessaria. Tutta la stampa parla in continuazione e in modo non molto lusinghiero del recente scandalo batterie del Galaxy Note 7 e l’azienda si trova costretta a prendere le contromisure necessarie. Dopo aver iniziato una grande manovra di sostituzione dei dispositivi difettosi è il momento di riflettere su quale sia la migliore tattica commerciale per il breve periodo. La reputazione del modello Galaxy Note 7 è ormai fortemente compromessa quindi le pubblicità del prodotto rappresenterebbero solo uno spreco di risorse finanziarie e pubblicitarie. La messa in onda degli spot è stata sospesa in tutti i maggiori mercati e incredibilmente anche nella Corea del Sud, la patria di Samsung.Pubblicità Galaxy Note

Non solo pubblicità, stop anche alle vendite

Oltre alla sospensione della pubblicità, la Samsung è stata costretta ad interrompere anche la vendita dei Galaxy Note 7. È già trascorsa più di una settimana dallo stop alle vendite e la Samsung ha deciso che il dispositivo non tornerà sul mercato prima della sostituzione di  tutti i Galaxy Note 7 difettosi. L’intera operazione potrebbe richiedere più di un mese visto il grande numero di prodotti già in spedizione e quello ad oggi sconosciuto di dispositivi ritirati in attesa di sostituzione . Sembra quindi che Samsung si stia muovendo coscientemente nella giusta direzione tagliando costi pubblicitari al momento superflui.

Logicamente Samsung ha già preso accordi commerciali per gli spazi pubblicitari con gli emittenti televisivi e questi accordi devono essere onorati. Ad esempio su KBS, MBC e SBS, tre delle maggiori emittenti televisive coreane, l’azienda promuoverà altri prodotti: sono già pronte all’utilizzo pubblicità su televisori e frigoriferi.

Un problema serio per Samsung è il grosso investimento per la campagna marketing del Galaxy Note 7. Rientrare di tutti i costi sarà davvero complicato a seguito dello scandalo batterie! Il prodotto stava avendo ottime risposte da parte dei consumatori ma adesso la sua immagine sembra irrimediabilmente compromessa. Gli esperti del settore si sono già divisi nell’ipotizzare la migliore strategia che Samsung dovrebbe adottare. Secondo una parte di loro, l’azienda dovrebbe cercare di recuperare al più presto l’immagine del Galaxy Note 7. Un’operazione di certo non facile e dai costi elevati ma che permetterebbe di riguadagnare la fiducia di tutti i clienti e trasmettere sicurezza. Altri esperti invece consigliano di dare una sterzata decisa puntando su un nuovo prodotto. Per loro il lancio del nuovo Galaxy S8 dovrebbe essere anticipato al più presto proprio per rispondere a questa crisi.

LEGGI ANCHE: Posticipata l’uscita del Galaxy S8 per la sostituzione del Galaxy Note 7?