Come realizzare foto perfette con il tuo smartphone

Che tu sia un fotografo alle prime armi o un semplice foto-reporter amatoriale, ti sarà utile apprendere le fondamenta di questa guida, oggetto delle pagine di HowtoGeek, la quale ti consentirà di migliorare la resa visiva dei tuoi scatti realizzati attraverso lo smartphone.

Ogni moderno telefono, specialmente gli attuali top di gamma che dispongono tra l’altro della modalità PRO come gli S7, dispone di un sistema di scatto più o meno avanzato che può benissimo andare a sostituire una fotocamera “punta e scatta” di medio e basso livello. Per un utente esperto, realizzare una foto perfetta attraverso il cellulare potrebbe sembrare banale, ma per un utente alle prime armi potrebbe risultare una vera sfida, specie se non ve se ne comprendono i rudimenti della materia.

Oggi scopriremo, dunque, come riuscire a realizzare foto smartphone perfette tenendo conto di una serie di fattori discriminanti che risultano comunque utili anche a coloro che adoperano soluzioni esterne di terze parti e reflex digitali all’ultimo grido. Bene, andiamo.

Foto smartphone, come realizzare scatti perfettiSmartphone camera street photography review

Lo smartphone, così come lo conosciamo oggi, è divenuto il perfetto compagno di ogni occasione grazie al’implementazione di sempre nuove funzioni ed applicazioni che estendono notevolmente la portata pratica del suo utilizzo.

Anche nel campo della fotografia, e gli attuali top di gamma del settore ne sanno qualcosa, si sta assistendo ad un’accesa disputa da parte delle major league del settore portable device che, forti delle ultime tecnologie ed innovazioni, si danno battaglia a viso aperto nell’offrire un prodotto competitivo che riesca ad avvicinarsi in maniera automatica alle prestazioni offerte dallel proposte commerciali del comparto fotografico di livello superiore. Ne sono un caso, Samsung, Apple e Huawei, la quale in ultimo ha sperimentato la doppia soluzione si ripresa e scatto.

Ma, al lordo delle implementazioni, come possiamo realizzare la miglior foto possibile attraverso il nostro telefono? Quali sono gli aspetti da considerare? Scopriamoli tutti.

Assicurarsi che l’obiettivo sia pulitosmartphone obiettivo camera

Potrebbe sembrare una cosa piuttosto banale, ma non lo è. Un obiettivo pulito e, cosa altrettanto importante, privo di graffi ed abrasioni, consente di carpire correttamente la scena e le varie sfumature di illuminazione senza pregiudicarne in alcun modo la qualità finale, altrimenti compromessa da immagini non proprio rispondenti alla realtà.

Infatti, contrariamente alle reflex di alto livello o comunque a qualsiasi altra soluzione provvista di copertura ottica di protezione, lo smartphone non garantisce copri-obiettivi e si presta a continue abrasioni dovute, ad esempio, alla presenza di chiavi e monete che a contatto con l’obiettivo possono deteriorare il vetro di protezione nonché impronte digitali che lasciano segni evidenti e pregiudicano, in primo luogo, la corretta realizzazione dello scatto. Per non parlare poi dei telefoni con le fotocamere sporgenti in evidenza che, alla lunga ed in assenza di cover dispositivo, rischiano di compromettersi a scapito dell’integrità del componente.

Assicurati perciò che la tua fotocamera smartphone sia sempre pulita e non a contatto con materiali che rischiano di comprometterne il suo corretto funzionamento.

L’importanza dell’illuminazionesmartphone foto luce

Il termine fotografia è una combinazione di termini che letteralmente sta per “disegno di luce”. Da ciò già si intuisce l’importanza del corretto fattore di illuminazione e della capacità di raccogliere quanta più luce possibile dall’ambiente circostante, a maggior ragione attraverso lo smartphone che spesso e volentieri non risponde alle specifiche di una reflex standalone.

Un’immagine con scarsa illuminazione su una fotografia realizzata attraverso una fotocamera esterna produrrà una scena fotografica qualitativamente minore rispetto alla controparte in condizione di luce ottimale. Al contrario, la situazione peggiora quando parliamo di telefoni. In tal caso la qualità non risulta affatto apprezzabile e la foto si rende perciò totalmente inutilizzabile.

La capacità di cogliere i dettagli è dovuta essenzialmente alla luce. È questa la condizione imprescindibile per la buona riuscita di una foto, benché più attraverso uno smartphone Apple o Android che sia. Ma come posso ottenere il massimo dettaglio da una foto tramite telefono?

La risposta alla domanda precedente nasce dall’esperienza diretta maturata sul campo delle riprese video televisive o professionali ed è frutto anche di semplici costatazione dirette. La condizione migliore di luce, infatti, presuppone un’illuminazione di fondo che sta dietro al soggetto inquadrato con il fotografo posto a media distanza dallo stesso. In tal caso la vostra ombra non verrà proiettata sull’inquadratura e il livello di dettaglio risulterà ottimale. Guarda l’immagine che segue per farti un’idea delle due scene precedentemente discusse:

Foto smartphone confronto luce

Ed a seguire una serie di consigli utili per realizzare la migliore foto possibile tramite telefono:

  • Evitare la luce solare diretta:  In questo modo l’intera immagine andrà in sovraesposizione di luce. Le giornate nuvolose rappresentano la condizione ideale per scattare foto, ma se fuori c’è il sole, cerca di trovare una zona d’ombra ombra. Questa situazione dovrebbe fornire la condizione di illuminazione perfetta
  • Quando sei in casa, scatta vicino ad una finestra:  Ricorda sempre di non scattare foto ad un soggetto davanti alla finestra ma, piuttosto, fallo ponendolo di fronte ad essa, restando sempre consapevole della posizione del sole e della variazione di luminosità che esso apporta durante il giorno
  • Evita il flash in una stanza buia:  Se puoi, cerca di non usare il flash per scattare primi piani (o macro). Questo può sovraesporre il soggetto inquadrato e rendere contemporaneamente il fondo scuro. Il flash può tornare sempre utile per scattare foto in un ambiente buio, ma per qualsiasi tipo di fotografia che preveda un primo piano non è consigliabile. Ecco un esempio di come il flash influisce sulla qualità dell’immagine in una stanza buia:

smartphone Flash LED foto

La vera chiave per la realizzazione di un’immagine perfetta in relazione alle condizioni di luminosità è l’esercizio. Continua a scattare e prendi confidenza con la luce, alla fine scattare una foto perfetta sarà una cosa naturale. Vi sono, ad ogni modo, ulteriori aspetti da considerare.

Controllare sempre l’esposizione e il fuoco

L’esposizione è la quantità di luce che raggiunge il sensore della fotocamera. Per meglio comprendere il concetto prendi il tuo smartphone ed avvia l’app smartphone foto. Poniti nelle condizioni ideali di scarsa luminosità e con soggetti bui ed osserva il comportamento del sensore.

In questo caso avrai di certo notato che, per un frangente, sullo schermo le condizioni di luminosità sono cambiate in automatico rispetto all’origine. Bene, hai appena compreso l’esposizione, ovvero il tempo entro il quale il sensore interno della fotocamera telefono rimane, per così dire, in ascolto sulla luce ambientale. Un esempio può essere chiarificatore della questione:

foto smartphone esposizione

In tal caso nel momento in cui ci spostiamo dall’inquadratura centrale prevista le condizioni di luminosità cambieranno a seconda dell’inquadratura. Un altro importante aspetto da considerare, favorito negli smartphone Android come negli iOS dalla presenza del touchscreen, è la messa a fuoco manuale, la quale consente di variare il soggetto di primo piano applicando dei suggestivi effetti sfocatura che ricalcano le tipiche scene in ripresa negli ambienti cinematografici di alto livello.

La regolazione del cosiddetto punto focale, come si è potuto intuire, cammina a stretto contatto con l’esposizione considerando che l’effetto si ottiene a causa di una diversa percezione della luce sul sensore. L’immagine che segue ne offre un tacito esempio:

foto smartphone messa a fuoco

Si tratta fondamentalmente, almeno per quanto riguarda i telefoni, di condizioni ideali di inquadratura non universalmente applicabili a tutti i soggetti. Infatti, in questi casi, i limiti hardware impongono l’utilizzo delle funzioni a soggetti di ridotte dimensioni e non specificatamente a persone. Si tratta pur sempre di un telefono, non di una reflex digitale.

Utilizzare l’HDRsmartphone HDR

HDR sta per High Dynamic Range, ed è una funzione relativamente nuova che adopera la composizione di immagini a due diversi livelli di esposizione (sovraesposizione e sottoesposizione) con un’immagine in condizioni normali di luminosità. Le immagini ottenute sono nettamente migliori delle singole immagini e prevedono dettagli specifici che si fondo poi in un’unico scatto qualitativamente appagante.

L’equilibrio luce/ombra in questo caso migliora notevolmente anche se vi sono delle situazioni specifiche in cui non è consigliabile il suo utilizzo, come ad esempio:

  • Scene d’azione:  Il fatto di richiedere tre scatti simultanei non presuppone un livello ottimale di ripresa su soggetti in rapido movimento che risulteranno a tal fine fuori fuoco
  • Situazioni ad alto contrasto:  A volte si vuole un alto livello di contrasto per un effetto “drammatico”. L’uso dell’HDR stabilirà l’equilibrio non consentendo di focalizzarsi sulla scena
  • Colori vivaci: L’HDR tende a rendere vivaci le scene che, in condizioni di luminosità già ottimali, tendono a sminuire l’effetto desiderato

Si offre, invece, ad una buona implementazione nel caso di:

  • Paesaggi : HDR rende al meglio in scene di paesaggio dai colori variegati e dalle diverse esposizioni di luce. L’immagine prodotta sarà davvero fedele alla realtà apparendo visivamente e qualitativamente appagante
  • Ritratti in luce intensa:  abbiamo già stabilito che le immagini realizzate sotto la luce del sole non sono consigliabili ma, se ciò non si può evitare, l’HDR può aiutare a stabilire il giusto equilibrio rimuovendo gli effetti indesiderati
  • Quando la retroilluminazione è inevitabile:  Se non si può fare a meno di porre i soggetti intorno alla sorgente luminosa, la tecnologia HDR può aiutare a bilanciare il contrasto consentendo di non rendere i soggetti eccessivamente scuri

Ormai, la maggior parte dei moderni smartphone dispongono della funzione HDR, ma non abusarne. Tieni a mente i punti salienti per un suo corretto utilizzo e sfruttalo per rendere perfetta la tua foto.

Non utilizzare lo zoom digitale

Tutti i telefoni dispongono della sola funzione zoom digitale. Bene, se ancora non la conosci evitala. Le reflex dispongono, invece, di un’altro livello di zoom definito ottico, in cui la lente si muove avanti ed indietro sul piano dell’obiettivo in modo tale da ingrandire l’inquadratura in un modo che potremmo definire “naturale”.

Lo zoom digitale, per contro, opera una forzatura a livello software che non ottiene mai il risultato sperato, facendo perdere in dettaglio e quindi in qualità generale dell’immagine. Le immagini diventano una serie di visibili pixel e l’effetto prodotto corrisponde alla funzione zoom che si ha ingrandendo un’immagine al PC tramite software. Capite bene la naturale presenza di artefatti visivi e scarsa qualità finale.

La soluzione migliore, in questi casi, è avvicinarsi al soggetto onde ottenere la massima risoluzione provvedendo poi all’editing tramite strumenti professionali che, nonostante questo, non migliorano comunque di molto la situazione. Guarda tu stesso le differenze dalle immagini seguenti:

smartphone foto zoom
Foto sx: Visuale Ingrandita Zoom ; Foto dx: Immagine macro a dimensioni reali

Caratteristiche Avanzate

Diaframma, ISO, bilanciamento del bianco, velocità otturatore ed altre funzioni avanzate sono disponibili ultimamente come dotazione standard del comparto fotografico smartphone.smartphone modalità PRO

Soluzioni che la maggior parte degli utenti non utilizzerà ma che vale comunque la pena tenere bene in mente per la riuscita di uno scatto davvero professionale. Le condizioni precedenti valgono in relazione alla tecnologia impiegata, al software e dal numero di impostazioni disponibili sul piano delle regolazioni manuali.

Impostazioni che, almeno inizialmente, risulteranno complicate e prive di senso nei confronti degli utenti meno esperti ma che, a fronte di una breve ricerca diretta, consentiranno di massimizzare la qualità delle nostre foto finali.

Altri aspetti da considerare

Al di là delle prestazioni generali del sensore e dalle tecnologie impiegate, vi sono degli altri capisaldi della fotografia che bisogna tenere bene in mente sia che si tratti di scattare tramite telefono che tramite reflex o altro sistema punta e scatta. Stiamo parlando di:

  • Ambiente:  Siate sempre consapevoli dei vostri dintorni. Un cattivo contesto ambientale può rovinare uno scatto altrimenti perfetto
  • Contesto:  Questo va di pari passo con l’ultimo punto. Cercate di mantenere un fondo immagine che vada in contrasto con il primo piano. Ad esempio, un soggetto che indossa una camicia verde su uno sfondo avente in secondo piano alberi non ha molto senso
  • Framing (Incorniciatura):  Questo è un elemento fondamentale. Inquadrare un soggetto nel miglior modo possibile, incorniciandolo adeguatamente produrrà esattamente l’effetto di profondità desiderato al pari di una foto appesa ad un quadro in salotto

framing foto smarpthoneLe regole precedenti, come anticipato, valgono tanto per le telecamere quanto per i telefoni mobili.

Scegli la migliore applicazione fotografia smartphone

Un aspetto altrettanto importante per la buona riuscita di uno scatto è senza alcune ombra di dubbio l’interfaccia grafica utente che troviamo a corredo delle funzioni di un’app dedicata alla fotografia Android ed iOS.

I rispettivi market store digitali, infatti, offrono una valanga di soluzioni da destinare allo scopo e si offrono al fine di garantire un post-processing in applicazione agli effetti in fase di editing e soluzioni built-in per la modifica in real-time. Alcuni esempi possono essere trovati per i relativi sistemi in:

Price: Free
Price: 2,99 €+

D’altro canto i produttori garantiscono applicazioni già correttamente ottimizzate sia dal punto di vista delle funzioni che della UI. Ad ogni modo potete trovare sempre nuovi modi per realizzare le vostre foto tramite applicazioni utili ed aggiornate.

LEGGI ANCHE: Le migliori app fotografia per smartphone e tablet.

Se ti siamo stati utili lasciaci un commento e non dimenticare di sperimentare e fare pratica attraverso le tecniche di ripresa ed i consigli sopra dispensati. Seguici nelle nostre pagine attraverso le news, gli approfondimenti e le guide. Ti aspettiamo.