Recensione Samsung Galaxy S6

Il nuovo Samsung Galaxy S6 rappresenta la proposta top di gamma di Samsung per il 2015. Il nuovo smartphone della casa coreana, insieme al gemello Edge, può contare su di un netto upgrade tecnico rispetto al suo predecessore, l’ancora valido Galaxy S5, che rappresenta una vera e propria garanzia di performance di altissimo livello. Il nuovo flagship di Samsung, a conti fatti, rappresenta una decisa inversione di tendenza rispetto al passato recente della casa coreana.

SCHEDA TECNICA

  • Sistema operativo: Android 5.0.2 Lollipop con TouchWiz UI
  • Wi-Fi: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot
  • Bluetooth: v4.1, A2DP, LE, apt-x
  • USB: Micro USB 2.0
  • GPS: A-GPS/GLONASS, Beidou
  • Display: Super AMOLED, 5.1 pollici, risoluzione 1440 x 2560 pixel, 577 PPI, 16 milioni di colori
  • Protezione schermo: Corning Gorilla Glass 4
  • Peso: 138 grammi
  • Dimensioni: 143.4 x 70.5 x 6.8 mm
  • Chipset: Exynos 7420
  • CPU: Octa Core con un Quad-Core 1.5 GHz Cortex-A53 e ed un Quad-Core 2.1 GHz Cortex-A57
  • GPU: Mali-T760MP8
  • RAM: 3 GB
  • Storage: 16/64/128 GB senza supporto microSD (modello da 128 GB non disponibile in Italia)
  • Fotocamera posteriore: 16 megapixel, risoluzione 2988 x 5312 pixel, autofocus, stabilizzatore ottico d’immagine, geotagging, touch focus, face/smile detection, panorama, HDR
  • Fotocamera anteriore: 5 Megapixel
  • Batteria: 2550 mAh non removibile

DESIGN

Il nuovo Samsung Galaxy S6 differisce, in modo netto, rispetto al Galaxy S5 per quanto riguarda il design e la scelta dei materiali. Il nuovo top di gamma di casa Samsung presenta, infatti, una scocca in metallo con la posteriore coperta dal vetro Gorilla Glass 4, lo stesso che troviamo a protezione del display. Il device presenta linee davvero interessanti che si traducono in un look decisamente premium. La fotocamera posteriore è leggermente sporgente rispetto al corpo del telefono e, forse, stona un po’ con il design ricercato scelto da Samsung per il uso nuovo Galaxy S6. Il tasto di accensione e spegnimento è collocato sul lato destro del device mentre i tasti per la regolazione del volume si trovano sul lato sinistro. Sul bordo inferiore troviamo lo speaker, la porta microUSB con funzioni OTG, il jack delle cuffie ed il primo microfono di sistema. Sul bordo superiore, invece, troviamo il secondo microfono e il sensore ad infrarossi. Nonostante le tante novità estetiche, Samsung ripropone il tasto fisico Home centrale, con sensore di impronte digitali integrato.

DISPLAY

Il device monta un display da 5.1 pollici di diagonale. Si tratta di un Super AMOLED caratterizzato da una risoluzione QHD pari a 1440 x 2560 pixel e, quindi, da una densità di 577 PPI. Il vetro del display è un Gorilla Glass 4, una vera e propria garanzia di resistenza ad urti e graffi accidentali. Il display del nuovo Samsung Galaxy S6 si caratterizza per una luminosità al top del mercato attuale, con un sensore in grado di regolare automaticamente in modo egregio l’intensità dello schermo. La visibilità sotto alla luce del sole, anche molto intensa, è ottima cosi come gli angoli di visuale. Rispetto al Super AMOLED FullHD montato dal Galaxy S5, il display del nuovo Galaxy S6 si caratterizza per una resa ancora migliore dei bianchi con prestazioni molto simili all’iPhone 6. Via software, in ogni caso, è possibile tarare al meglio i colori a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti.

HARDWARE

Il vero cuore del progetto Samsung Galaxy S6 è rappresentato dal SoC Exynos 7420 sviluppato direttamente dalla casa coreana che l’ha preferito al problematico Snapdragon 810 di Qualcomm. Il chip montato dal nuovo top di gamma di Samsung può contare su di una CPU Octa-Core a 64 bit con architettura Big.LITTLE con un Quad-Core 1.5 GHz Cortex-A53 e ed un Quad-Core 2.1 GHz Cortex-A57, e GPU Mali-T760MP8. Come mostrano anche i risultati dei tantissimi benchmark a cui è sono stati sottoposti i nuovi Galaxy S6 e S6 Edge, le prestazioni dell’Exynos 7420 sono eccellenti, la fluidità di utilizzo delle applicazioni è ai vertici del mondo Android e le performance grafiche, con giochi anche pesanti come Real Racing 3 o Asphalt 8, sono ottime con cali di frame praticamente assenti. A completare la dotazione tecnica del nuovo Galaxy S6 troviamo 3 GB di RAM, più che sufficiente per gestire più applicazioni in contemporanea, una memoria interna da 32 o 64 GB (il modello da 128 GB non è disponibile in Italia), una fotocamera posteriore da 16 Megapixel ed una fotocamera anteriore da 5 Megapixel.

SOFTWARE

Il nuovo Samsung Galaxy S6 può contare sul sistema operativo Android 5.0 Lollipop personalizzato da Samsung con una nuova versione dell’interfaccia utente Touch Wiz che può contare su di un design affinato e decisamente più in linea con il Material Design introdotto da Lollipop e su un’eccellente fluidità, elementi che contribuiscono a migliorare notevolmente l’esperienza di utilizzo.

FOTOCAMERA

La camera posteriore del nuovo Samsung Galaxy S6 presenta un sensore Sony Exmor RS IMX240 da 16 Megapixel con apertura f/1.9 anche se, alcuni modelli non commercializzati in Italia presentano un sensore Isocell di Samsung. Le prestazioni sono eccezionali. L’applicazione Camera impiega meno di un secondo ad avviarsi e l’autofocus, in condizioni di luce intesa, ha una velocità notevolissima, del tutto paragonabile all’iPhone 6.Samsung Galaxy S6 Recensione I miglioramenti introdotti da Samsung alla sua fotocamera sono evidenti, inoltre, per quanto riguarda le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità. Lo stabilizzatore ottico dell’immagine consente al device di catturare scatti di altissima qualità anche senza ricorrere al flash. Le prestazioni nella realizzazione dei video sono ugualmente eccellenti.Samsung Galaxy S6 Recensione 2 Il Galaxy S6 può registrare video in 2160p a 30fps, 1080p a 60fps ed in 720p. In quest’ultimo caso è presente la possibilità di attivare una funzione slow motion a 120 fps. Ottime prestazioni arrivano anche dalla fotocamera anteriore, perfetta per selfie di qualità grazie ad un sensore da 5 Megapixel.

AUDIO, RICEZIONE e BATTERIA

Il comparto telefonico del nuovo Galaxy S6 conferma la qualità generale del telefono con una ricezione ottima. L’audio in capsula è ottimo mentre lo speaker, spostato sul bordo inferiore del device in una posizione decisamente più comoda per l’utente, garantisce un’ottima riproduzione audio. Pur non raggiungendo ancora la qualità audio del rivale HTC One M9, il Galaxy S6 si difende piuttosto bene, soprattutto per quanto riguarda i bassi, e rappresenta un deciso miglioramento rispetto al suo predecessore, il Galaxy S5.

Per quanto riguarda la batteria, il device presenta una capacità di 2550 mAh sufficienti per coprire buona parte della giornata. Un utilizzo intenso però comporterà l’obbligo di ricorrere alle funzioni di risparmio energetico ed, in particolare, alla Ultra Power Saving Mode che, utilizzando uno schermo in scala di grigi ed attivando sino ad un massimo di sei app selezionate, permette di incrementare notevolmente la durata della batteria. In ogni caso, grazie anche al caricabatteria in dotazione, i tempi di ricarica del Galaxy S6 sono decisamente ridotti. In appena 15 minuti di carica la batteria raggiungerà il 30% mentre sarà necessaria meno di un’ora e mezza per caricare completamente il telefono.

CONCLUSIONI

Il nuovo Samsung Galaxy S6 rappresenta, ad oggi, il meglio di quanto il mondo Android può offrire. Un comparto hardware praticamente eccellente, con SoC e fotocamera al top del mercato, si accompagna ad un software ottimo con una Touch Wiz rivista e più in linea con l’attuale versione di Android. La scelta dei nuovi materiali per la scocca e il design inedito contribuiscono a rendere il nuovo Galaxy S6 un prodotto di assoluto livello in grado di ergersi a vero e proprio top di gamma di Samsung che, in un solo colpo, cancella il mezzo passo falso compiuto con il Galaxy S5 e riconquista, in modo saldo, la leadership della fascia alta del mercato Android. La versione Edge del nuovo Galaxy S6 riesce, inoltre, a dare un tocco di novità all’intero panorama della telefonia mobile proponendo una soluzione quanto mai interessante che, senza dubbio, sarà riproposta in futuro da Samsung su nuovi prodotti di fascia alta.

Comments are closed.