Risparmiare banda dati su smartphone e arrivare a fine mese

Quanti di voi vorrebbero poter arrivare a fine mese… riservandosi dei preziosi MB di banda dati su smartphone senza la necessità di ampliare la propria offerta dati? Bene, oggi cercheremo di scoprirlo in sole 10 semplici ed efficaci consigli che eviteranno addebiti da capogiro sul vostro conto corrente o sul credito residuo e che vi consentiranno di risparmiare banda dati su smartphone.

Risparmiare Traffico dati

1.  Adottare una scelta in linea alle proprie esigenze

Scegliere in base alla convenienza dell’offerta tralasciando le nostre reali esigenze potrebbe portare ad uno scompenso circa la quantità di dati a pacchetto disponibile. Dunque, nel caso utilizziate con poca moderazione i dati in mobilità la prima scelta corretta da fare sarebbe appunto un piano che includa abbondanza di dati, prediligendo questi per l’utilizzo dei social network e della multimedialità rispetto all’esigenza di chiamate telefoniche o SMS.

2.  Utilizzare la connessione dati quando necessario

Spesso per pigrizia tendiamo a mantenere inutilmente attiva la connessione dati sul nostro device. Tale comportamento si traduce in una spesa inutile di traffico dati poiché tutte le applicazioni social e di messaggistica integrano un sistema di ricezione dei messaggi di tipo push-up così che questi rimangono sempre in “ascolto” in background sprecando invano preziosi MB. Quindi se veramente volete ottenere un risparmio netto che vi consenta di arrivare a fine mese con i vostri dati il nostro principale consiglio è questo. Gioverà inoltre alla salute della vostra batteria.

01-connessione-dati-attiva

3.  Limitare la banda dati da smartphone

Nel caso in cui il vostro operatore non blocchi l’erogazione del traffico dati nonostante abbiate superato la soglia, l’esborso dei pagamenti potrebbe apparire come le piaghe d’Egitto. A tal proposito tutti i dispositivi Android integrano una funzione all’interno del menu delle impostazioni che consente di limitare, entro un certo lasso di tempo definibile, la quantità di dati utilizzabile dal terminale.

limitazione

4.  Aggiorna le App solo sotto connessione Wi-Fi

Android scarica dal Play Store gli aggiornamenti delle App non appena disponibili. Lo fa seguendo due strade:

  • Aggiorna automaticamente le app in qualsiasi momento
  • Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi

Selezionando quest’ultima voce avremo un notevole risparmio di traffico dati.

wifi

5.  Impostazione dei back-up automatici su contenuti multimediali

Spesso sui nostri dispositivi delle applicazioni esportano di default, contenuti multimediali su server cloud come Mega e DropBox. L’impostazione di back-up sotto Wi-Fi o il blocco totale delle operazioni consentirà di risparmiare un’enorme quantitativo di dati a pacchetto.

 

6.  Utilizziamo il cache- file

Sotto connessioni dati, l’utilizzo di Task Killer come Clean Master possono non solo ridurre la velocità di caricamento delle pagine internet ma anche aumentare sensibilmente il consumo dati poiché di volta in volta il device deve ripescare le informazioni non più disponibili nella memoria cache, che è stata concepita proprio a tale scopo.

 

7.  Servizio Cloud, no grazie

I servizi cloud sono stati una rivoluzione nel campo informatico. C’è da dire comunque che l’accesso ai file su server virtuali comporta una notevole spesa di traffico. Perciò optare per una memoria di massa più capiente sul vostro dispositivo è sicuramente la scelta migliore.

 

8.  Scegliete l’operatore che possa garantirvi la miglior copertura nella zona

L’utilizzo del giusto operatore e delle relative celle di rete porta ad un miglioramento della copertura di segnale e non costringe al continuo recall delle pagine web che così facendo consumano enormi quantità di dati preziosi.

 

9.  Browser internet con compressione dei dati a pacchetto

Sembra strano, ma la scelta del browser giusto potrebbe cambiare notevolmente la vostra esperienza in mobilità circa l’utilizzo dei dati. Optate quindi per browser come Opera e Chrome per stare sul sicuro. Questi infatti offrono il miglior sistema di compressione oggi presente sul mercato delle app consentendo di risparmiare del traffico dati.

 

10.  Bloccare i banner sul nostro smartphone

Di difficile risoluzione per gli utenti Android, l’ultimo metodo risolutivo della questione si rivela l’accattonaggio delle funzioni pubblicitarie delle app. Questo perché su Android occorrono i permessi di root per poter effettuare tali modifiche. Le modifiche effettuate sul file hosts, se si hanno i permessi di root, consentono l’eliminazione completa delle ads attraverso app ben specifiche come AdAway e AdBlock Plus.

opera-max-cover-boost

Esiste per ultimo, ma non per questo meno importante delle altre soluzioni sopra proposte, una soluzione software rivelatasi davvero efficace al fine di ridurre il consumo di dati sino al 50%. Dai un’occhiata al post dedicato appena sotto e segui i nostri succitati consigli, vedrai che non ne rimarrai deluso. Per risparmiare sul traffico dati leggi anche | Opera Max: ridurre e risparmiare il traffico dati | Spero vivamente di esservi stato utile amici. Alla prossima guida. Un saluto da FocusTech.