Samsung brevetta uno scanner per le impronte con funzioni swipe

Samsung Electronics si trova alle prese con un nuovo brevetto studiato per garantire un maggior bagaglio di funzioni, derivante da un ultimo brevetto distribuito dalla divisone Electronics, da destinare all’integrazione con il sensore per lo scanning delle impronte digitali integrato negli smartphone.

Fondamentalmente un brevetto che, in un certo tal senso, potrebbe avere a che fare con la recente notizia che vuole l’integrazione di un sensore al di sotto dello schermo. Ad ogni modo, la nuova feature renderà il sensore per le impronte digitali Samsung ancora più funzionale e consentirà di effettuare operazioni programmate attraverso gesture swipe.

Un’implementazione esclusiva che avevamo già visto in occasione del nuovi Pixel Phone di Google, in cui gli utenti possono visualizzare le notifiche semplicemente strisciando verso il basso sul lettore di impronte digitali che è situato sulla parte posteriore del Pixel.samsung impronte digitali

Samsung ha brevettato qualcosa di molto simile, anche se ci sembra doveroso ricordare che tale brevetto è stato depositato già quasi due anni fa, nonostante sia stato appena pubblicato. Un esempio citato nel brevetto dimostra come gli utenti possano passare direttamente ad una specifica applicazione posizionando il dito sul sensore (per sbloccare il telefono) e strisciando per lanciare automaticamente l’applicazione. Le possibilità, in tale ottica, sono infinite.

LEGGI ANCHE: Samsung 5G: successo per la prima trasmissione end-to-end

Ad ogni modo, come avviene in questi casi, la fattibilità del progetto resta ancora da verificare a fronte di una notizia non ufficiale che si conferma quale semplice brevetto in corso d’opera. Potremmo vederlo in occasione della presentazione del Samsung Galaxy S8 oppure no. Ne sapremo certamente di più nel corso delle settimane che anticiperanno il Mobile World Congress di Barcellona in programma per il prossimo 25 Febbraio 2017.

LEGGI ANCHE: Samsung Display Flex: un nuovo brevetto di sperimentazione per futuri device