Samsung C-Lab, tour virtuale rivela idee a favore dell’innovazione

Samsung Electronics è da sempre alla ricerca continua di un processo di ottimizzazione lato hardware e software che consenta quotidianamente di raggiungere sempre nuovi traguardi e stabilire primati nel settore dell’innovazione tecnologica.

Lo ha dimostrato attraverso la creazione del programma C-Lab ad inizio anno, attraverso cui i dipendenti interni alla società hanno potuto e continuano di fatto a sviluppare i propri progetti business in totale autonomia. Vediamo insieme quali sono le idee della sudcoreana per il futuro della Tech Innovation. Addentriamoci in questo nuovo tour virtuale all’insegna dell’alta tecnologia.

C-Labs, l’innovazione secondo Samsung

Samsung C-LabAllo stato attuale il Samsung C-Lab può contare su una dozzina di progetti differenti in associazione con cinque aziende consociate che prendono parte al processo di miglioramento introdotto dalla sudcoreana tramite la sua piattaforma, che scopriremo in un nuovo tour virtuale direttamente editato dalla pagina SamsungNews.

Come accennato in precedenza, C-Lab è stato istituito al fine di creare l’ambiente espositivo ideale per nuove idee da inserire nel settore business, fornendo peraltro gli strumenti necessari e le risorse per il perseguimento finale degli obiettivi voluti per la filiera di produzione dei nuovi ritrovati Hi-Tech derivati proprio dai progetti messi in atto tramite il programma.

Il requisito essenziale per entrare a far parte del progetto è l’originalità delle idee e la creatività del progettista, cui viene concessa piena libertà di espressione e mezzi anche nel caso in cui il fine non sia strettamente legato ad un progetto business. L’idea di un nuovo prodotto o servizio diviene concreta entro un periodo di tempo compreso tra sei mesi ed un anno a seconda del livello di complessità del progetto. Questo il tempo fornito da Samsung per la realizzazione dei progetti da svolgersi lontano dall’orario di lavoro.

Samsung riferisce che l’idea del C-Lab è nata nel 2012 a seguito dell’esperienza registrata dalla società nella Silicon Valley. Infatti, all’epoca, la dirigenza aveva intuito che l’intero comparto aziendale stava cambiando e vi era perciò la necessità di divincolarsi dalla classica visione aziendale che vuole la creazione di un unico colosso mondiale dell’elettronica per rifarsi ad un’idea per così dire orientata all'”Open Source Aziendale” che conti anche su collaboratori esterni in grado di mettersi in gioco.

Questo consente a tutti di esporsi e cooperare nella realizzazione di obiettivi comuni volti sostanzialmente al miglioramento del tenore di vita ed all’automazione tecnologica. E ben venga anche il fallimento che, secondo Samsung, consente di esplorare e sperimentare sempre nuovi modi per evolversi bruciando nuove tappe intermedie.Samsung gadget

A tal fine ogni dipendente può esporre la propria idea e suggerire un progetto che viene poi proiettato in un’ottica operativa all’atto pratico convertendola in progetto spendibile a livello di merchandising. Il processo di approvazione avviene per votazione e si passa, a seguito dell’approvazione, ad una fase di esame da parte di una giuria di esperti che sottopone l’idea ad un pubblico selezionato che avrà il compito di esprimere la propria idea in relazione all’eventualità o meno di un investimento sul progetto. In caso di esito positivo il progetto diviene operativo ed entra a far parte del C-Lab, che conta al momento su 20 progetti annui.

Una volta ultimati i progetti quelli strettamente collegati a Samsung, come elettrodomestici o televisori, passano alle rispettive divisioni per una ulteriore revisione prima del lancio effettivo sul mercato di destinazione. Per tutti i progetti che, invece, non rientrano a pieno titolo in quelle che sono le divisioni di vendita esistenti della società si prevede il supporto aziendale esterno che, in maniera del tutto indipendente, consente di lanciare i prodotti che possono ricevere anche finanziamenti diretti da parte di Samsung Electronics.

LEGGI ANCHE: Samsung Electronics lancia cinque nuove start-up

Un progetto ambizioso accolto positivamente dal personale interno e dagli investitori che possono beneficiare di un ulteriore supporto per nuove idee da finanziare. Tu che ne pensi? Lasciaci pure un tuo commento.