Samsung domina il mercato mondiale delle DRAM mobile

Samsung Electronics domina in assoluto la fascia di mercato dedicata alle DRAM per dispositivi mobile facendo registrare un risultato davvero incredibile, storicamente mai raggiunto da nessuno dei competitors diretti.

Stando, infatti, agli ultimi dati rinvenuti in un post correlato rinvenuto su BusinessKorea e rilasciato per conto di DRAMeXchange, la società deterrebbe al momento una quota di mercato pari all’oltre il 60% solo in questo primo trimestre del 2016. Un successo davvero portentoso dettato fondamentalmente dai nuovi processi di elaborazione tecnica e dall’affidabilità del brand nel campo della produzione e realizzazione dei microchip. Vediamo un po come sta la situazione.

Samsung DRAM, un successo memorabile

A parte il titolo volutamente ironico, c’è da dire che Samsung Electronics è da sempre riuscita a distinguersi in tutti i settori ad alto contenuto tecnologico, tanto per la realizzazione di grandi elettrodomestici tanto quanto nei cosiddetti processi di micro-fabbricazione che tengono conto dei nuovi aspetti architetturali basati su creazioni elettroniche su microchip.Samsung DRAM

Su questa scia di successo, intravista peraltro con la creazione di performanti soluzioni Exynos SoC, Samsung persevera conquistando un primato assoluto anche nel settore DRAM mobile che fa registrare in questo primo trimestre un incidenza pari al 60.4% dell’intera quota di mercato sebbene le vendite abbiano subito una rimodulazione in negativo del 22.7% rispetto al trimestre precedente causa un netto declino del prezzo medio di vendita. Nonostante questo il risultato ha raggiunto il massimo storico sinora registrato.

La società d’indagine DRAMeXchange, infatti, fa sapere che rispetto al concorrente SH Hynix che attualmente si posiziona appena sotto Samsung con una quota di $903 milioni, la società risulta in testa alle classifiche. Nonostante ciò, hynix guadagna terreno e perciò la sudcoreana deve necessariamente puntare ad una quota che gli garantisca il superamento della soglia del 70%.Samsung memoria

Samsung Electronics, ad ogni modo, resta l’indiscusso punto di riferimento per la produzione e la vendita di supporti di memoria DRAM Mobile che adoperano, ad oggi, processi produttivi a 18nm contro gli attuali 20nm della società concorrenti che, in tal senso, risultano indietro di ben due anni visto e considerato che la software house made in South Korea ha dismesso l’impiego di tali processi di fabbricazione già nel lontano 2014. Una società che guarda al futuro e che si riconferma indiscussa leader del mercato Hi-Tech anche sotto questo punto di vista, affiancando i precedenti successi relativi alla nuova gamma di microprocessori con le nuove sfide della miniaturizzazione del comparto memorie elettroniche.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S7 Edge alto 80 metri, dimensioni incredibili

E voi che cosa ne pensate delle nuove sfide intraprese da Samsung Electronics volte all’ottimizzazione dei processi ed all’estrema miniaturizzazione dei contenuti hardware sui dispositivi di prossima generazione? Credete che da questo punto di vista vi possa essere concorrenza di mercato o la società è predestinata a detenere virtualmente il monopolio del settore tech dei microchip? Lasciateci pure tutte le vostre impressioni personali e professionali al riguardo utilizzando l’apposito box commenti sotto proposto.