Samsung ed LG lanceranno i primi smartphone pieghevoli nel prossimo anno

Samsung Electronics, in quest’ultimo periodo, si sta affacciando sulla scena del’ingegnerizzazione mobile attraverso una serie di brevetti che mostrano alcuni prototipi di sistemi da utilizzarsi in qualità di meccanismi di chiusura per i futuri telefoni pieghevoli di prossima generazione. Un destino che vede, in LG, un comune scopo per portare avanti un processo di innovazione che, stando agli ultimi analisti, potrebbe verosimilmente concretizzarsi a partire dal prossimo anno.

I due giganti tecnologici della nazione sudcoreana hanno un obiettivo comune; riuscire ad implementare il loro primo smartphone pieghevole entro e non oltre il prossimo anno, così come indicato dagli analisti che si occupano di monitorare da vicino le divisioni interne Samsung Display ed LG Display.

Secondo quanto rivelato, l’anno 2017 potrebbe essere il periodo giusto per l’immissione dei primi prodotti foldable sul mercato di distribuzione di massa. In particolare, Kim Dong-won, analista di Hyundai Securities, ha detto nel suo rapporto che, a seguito del lancio dei primi prodotti, ulteriori competitor potrebbero sensibilizzarsi al problema innovazione, introducendo i propri prodotti a marchio Apple e Google, i due maggiori protagonisti attuali della scena smartphone accanto alle software house della Sud Corea che potrebbero rispondere con ulteriori prodotti nel 2018.

L’analista, inoltre, ha aggiunto anche che una simile innovazione consentirà di svicolarsi dal classico e monotono concetto di smartphone, conferendo al mercato un ulteriore incentivo al cambiamento dovuto all’approssimarsi della novità. Un deciso passo in avanti rispetto ad un mercato saturo di prodotti realizzati in serie sul modello classico.

A partire dal secondo semestre del 2017, secondo le ipotesi, le divisioni Samsung ed LG Electronics si occuperanno di stabilire le direttive di produzione per i Flex Smartphone con display di visualizzazione basati su tecnologie OLED (Organic Light Emitting Diode). Di pari passo, infatti, procedono le verifiche e le fasi di sperimentazione nel comparto OLED Display, ritenuti di fondamentale importanza per l’introduzione dei parametri visivi necessari alla fruizione in alta definizione di contenuti su display che possono essere ripiegati senza subire lesioni.samsung smartphone pieghevole

Samsung, allo stato attuale, rappresenta una percentuale totale del 97% dell’intero mercato OLED, destinata a crescere in relazione alle ultime volontà di procedere ad una decuplicazione delle proprie filiere di produzione entro il quarto trimestre dell’anno prossimo, che vedranno al creazione di pannelli OLED Samsung da 7 pollici di diagonale.

LG, intanto, prevede una sua potenziale espansione in luogo di un contenimento dello strapotere Samsung e della rivalsa dei competitor che sopraggiungeranno nel 2018. Nei prossimi tre anni, quindi, l’incremento degli OLED sarà capillare e, pertanto, rappresenterà il futuro delle soluzioni di visualizzazione.

Tra le due società, Samsung pare sia decisa ad accelerare ulteriormente i tempi di rilascio, benché sia ancora troppo presto per auspicare un’entrata commerciale in tempi brevissimi, nonostante i prototipi siano già passati alla fase di test. Il futuro è qui, occorrerà pazientare ancora un po. Nel frattempo facci sapere che ne pensi di questi nuovi smartphone e dispositivi flessibili.

LEGGI ANCHE: Samsung: brevetto svela non solo smartphone pieghevoli ma TV scorrevoli