Samsung Galaxy Note 5 display Ultra HD Super Amoled: i rumors

Samsung Galaxy Note 5 il futuristico phablet di quinta generazione dell’azienda coreana potrebbe utilizzare un display Ultra HD Super Amoled con una risoluzione spaziale.

Ci sono alcuni produttori che ritengono che un display full hd sia più che sufficiente per mantenere nella maggior parte dei casi una densità per pixel adeguata per mantenere una qualità visiva di livello su uno smartphone/phablet; tanti altri produttori invece tendono più a seguire i trend di mercato introducendo sempre più spesso nuovi display con risoluzione QHD 2560 x 1440 che aumentano notevolmente i PPI dei pannelli ma tale differenza molto spesso non viene notata dall’occhio umano e si diminuisce unicamente l’autonomia della batteria dato che questo display consumano decisamente di più.

Galaxy Note 5 i primi rumors sul display Ultra HD Super Amoled
Galaxy Note 5 i primi rumors sul display Ultra HD Super Amoled (l’immagine riprende un Galaxy Note 4 Edge)

Da alcuni recenti rumors si evince che forse Samsung debutterà a fine 2015 con un nuovo pannello Super Amoled con una risoluzione mai vista prima nel panorama dei device mobili: stiamo parlando di un display ULtra HD Super Amoled da 3840 x 2160 pixel.

Table pannello dovrebbe fare il suo debutto sul prossimo phablet di quinta generazione ovvero il futuro Galaxy Note 5; come sappiamo l’attuale Galaxy Note 4 utilizza un display da 5,7 pollici QHD che gli permette di ottenere una densità per pixel pari a 515, mentre il futuro Galaxy Note 5 dovrebbe utilizzare un pannello da 5,89 pollici con definizione Ultra HD che gli dovrebbe garantire una astronomica densità per pixel pari a 748 PPI.

Il Galaxy Note 5 uscirà verso la fine del 2015 (settembre-ottobre) mentre i primi panelli Ultra HD Super Amoled potrebbero essere già pronti già da agosto 2015, data in cui Samsung inizierà la loro produzione di massa.

Ovviamente già sul web c’è già chi considera questi pannelli Ultra HD praticamente inutili, perché l’essere umano già con un display QHD non riesce a vedere i pixel avvicinando l’occhio a pochi cm e tali definizioni possono essere considerata solamente come strategie di marketing per invogliare i consumatori agli acquisti più che veri vantaggi per quest’ultimi.

Sappiamo che Samsung aveva già previsto l’introduzione di questi panelli in una sua precedente roadmap, svelata già nel 2014, ma per adesso non ci sono ancora certezze se effettivamente il pannello Ultra HD Super Amoled sarà effettivamente utilizzato sul Galaxy Note 5; dato che non ci sono ancora notizie certificate direttamente dall’azienda coreana prendete questa notizia come una possibilità ma comunque mantenete una certa distanza intellettiva.

Fonte: Notizia