Samsung Galaxy Note 5 potrebbe non avere una variante Edge

Direttamente dalla Cina arrivano nuovi rumors che vedono come protagonista il prossimo phablet top di gamma di Samsung, l’attesissimo Samsung Galaxy Note 5 che dovrebbe essere presentato da Samsung ad inizio settembre, durante l‘IFA di Berlino. Nelle ultime ore, i nuovi rumors evidenziano che Samsung potrebbe non realizzare alcuna versione Edge del suo nuovo Samsung Galaxy Note 5 a differenza di quanto fatto lo scorso anno con il Note 4.

Si tratta di una notizia davvero molto interessante che, indirettamente, confermerebbe il debutto imminente del Samsung Galaxy S6 Edge Plus, una variante con display più grande (probabilmente 5.5 pollici di diagonale) dell’attuale top di gamma di Samsung. In sostanza, se queste indiscrezioni venissero confermate, Samsung potrebbe sostituire il Note 4 Edge direttamente con il Galaxy S6 Edge Plus presentato una sola versione “tradizionale” del Samsung Galaxy Note 5 in modo da non creare una concorrenza interna tra i vari dispositivi di fascia alta che Samsung proporrà nei prossimi mesi al mercato internazionale.

Il nuovo Samsung Galaxy Note 5, già da diverse settimane, sta facendo parlare davvero molto di sé. Il device, infatti, dovrebbe seguire la stessa linea di sviluppo dei Galaxy S6 e S6 Edge distanziandosi, almeno per il design, dai suoi predecessori. Per quanto riguarda le specifiche tecniche, il nuovo phablet di casa Samsung dovrebbe montare il SoC Exnyos 7422 affiancato da 4 GB di memoria RAM. Il display dovrebbe adottare una risoluzione 2K mentre, al momento, appare piuttosto improbabile l’utilizzo di un pannello 4K per il display del nuovo Samsung Galaxy Note 5. A completare la dotazione tecnica del dispositivo troveremo una fotocamera da 16 Megapixel al posteriore, probabilmente la stessa del Galaxy S6, una porta USB Type-C ed una batteria che potrebbe arrivare a 4200 mAh. Il sistema operativo sarà Android 5.1.1 Lollipop con l’aggiornamento ad Android M che dovrebbe arrivare entro fine anno nella speranza che non sorgano gli stessi problemi avuti dal Note 4 con Lollipop.