Samsung Galaxy Note 6: Specifiche tecniche e funzioni inedite del nuovo phablet

Dopo la mancata commercializzazione in Italia del Samsung Galaxy Note 5, in favore del phablet Galaxy S6 Edge+, Samsung quest’anno dovrebbe tornare sui suoi passi e portare anche da noi il futuro Samsung Galaxy Note 6 che, dopo la presentazione del Galaxy S7 e del Galaxy S7 Edge avvenuta la scorsa settimana, diventerà il protagonista di tantissimi rumors nel corso delle prossime settimane. Tra ipotesi ed indiscrezioni, sono già diverse le informazioni in merito al nuovo Samsung Galaxy Note 6 che potrà contare su diverse funzioni inedite che dovrebbero permettere al phablet di superare la concorrenza del futuro iPhone 7 Plus atteso per l’autunno prossimo.

In primo luogo, il nuovo Samsung Galaxy Note 6 presenterà un nuovo display Super AMOLED Slim RGB che dovrebbe garantire un netto passo in avanti rispetto agli attuali top di gamma della casa coreana che presentano un display Diamond Pixel. Il nuovo Note 6 dovrebbe presentare un display da 6 a 6.2 pollici (la risoluzione dovrebbe essere sempre QHD) che integrerà il 3D Touch già visto su iPhone 6S e 6S Plus oltre che su alcuni smartphone Android come il Huawei Mate S.  Samsung dovrebbe introdurre una lunga serie di personalizzazioni software che supporteranno questa nuova funzione che potrà confrontarsi ad armi pari con i terminali di Apple. Il nuovo dispositivo dovrebbe entrare con un display pieghevole, non curvo, a questo lo scopo non solo di rendere lo schermo ancora più interessante, ma anche migliorare la percezione generale del telefono.

Note 6 Samsung Galaxy
Samsung Galaxy Note 6 Preview Concept

Il nuovo Samsung Galaxy Note 6 dovrebbe, inoltre, caratterizzarsi come il primo smartphone Samsung e, più in generale, il primo dispositivo Android ad arrivare sul mercato italiano con ben 6 GB di memoria RAM LPDDR4 ad alta velocità, un quantitativo notevole che dovrebbe garantire eccellenti prestazioni in multitasking. Ma non solo, essa sarà disponibile con due soluzioni Soc; Snapdragon e Exynos.

Il device, inoltre, dovrebbe riproporre alcuni elementi già visti su Galaxy S7 e S7 Edge come scanner di impronte digitali, certificazione IP68 di impermeabilità e resistenza alla polvere, oltre a questo un sensore resistente agli urti. La nuova fotocamera dovrebbe rivoluzionare l’esperienza delle videochiamate, questa la ragione per mettere a fuoco una magnifica frontale da 30 Megapixel a corredo di un’altra potente camera posteriore da 21 Megapixel che avrà il nuovo OIS (stabilizzatore ottico d’immagine), già presente in S7. Lo storage interno sarà disponibile nelle varianti 64 e 128 GB, oltre all’aggiunta del supporto slot microSD per l’espansione della memoria interna, che dovrebbe addirittura supportare fino a 256 GB (funzione come sappiamo assente nella gamma Galaxy S6 e Note 5).
Il nuovo phablet di Samsung, inoltre, dovrebbe montare una batteria decisamente più grande rispetto al suo predecessore. I primi rumors ipotizzano la presenza di una batteria da almeno 4.000 mAh, provvista di tecnologia di ricarica wireless, che dovrebbe garantire un’eccellente autonomia di funzionamento.
Un altro rumor in corso sul phablet indica che sarà lui, il primo vettore, ad inaugurare il supporto al 5G. Questa è l’ultima tecnologia di connettività a cui Samsung sta lavorando e si prevede che Note 6 sarà il primo superdotato di una lunga serie.

Secondo altri rumors, inoltre, Samsung potrebbe presentare un particolare accessorio per il suo Note 6 denominato Phablet Dock. In sostanza si tratterebbe di un laptop con un apposito slot per inserire il Note 6, una struttura che richiamerebbe, in parte, i dispositivi della gamma PadFone di Asus e che si ispira in modo diretto alla funzione Continuum presente sui terminali Windows 10 Mobile. Continuate a seguirci con attenzione anche nel corso dei prossimi mesi per tutti gli aggiornamenti legati al nuovo Samsung Galaxy Note 6 che debutterà tra fine agosto e l’inizio del prossimo mese di settembre.

Fonte: IBTimes

  • Tizi65

    Beh….se queste indiscrezioni fossero la verità un device semplicemente straordinario. Io da possessore del Note 4…..quasi quasi mi verrebbe voglia di cambiarlo. Il Note 5 secondo me comunque in definitiva aveva un po’ deluso per vari aspetti (no slot sd, batteria solo da 3000 mh, finitura premium ma scivoloso etc). Comunque per me la serie Note è sempre da riferimento e non ha una vera alternativa fra la concorrenza….insomma il Note è unico.