Samsung Galaxy Note 7: negli Stati Uniti arrivano finalmente i sostituti

Samsung, il gigante sudcoreano dell’elettronica ha detto Martedì che 500.000 unità di sostituzione per i Samsung Galaxy Note 7 sarebbero arrivati negli Stati Uniti e sarebbero stati disponibili per lo scambio questo Mercoledì. Finora è stato scambiato il 25% dei Samsung Galaxy Note 7 da parte dei consumatori degli Stati Uniti, che avevano acquistato nelle scorse settimane il celeberrimo device. Un portavoce di Samsung ha detto che una “grande maggioranza” dei clienti ha optato per un altro smartphone Galaxy.

SurveyMonkey intervista i clienti del Samsung Galaxy Note 7

Ma una recente indagine suggerisce che molti degli acquirenti originali, i ‘fan’ di Samsung, accorsi per ottenere il telefono acclamato nelle prime settimane, potrebbero decidere di evitare di acquistare un nuovo Samsung Galaxy Note 7. SurveyMonkey ha trovato più di un terzo degli intervistati che possiedono il telefono, i quali dicono che al momento l’opzione più scelta è quella di optare per un rimborso, piuttosto che per un modello sostitutivo, secondo un sondaggio on-line, che ha visto partecipare 507 americani adulti. Un sondaggio che è stato effettuato questo fine settimana.

Circa il 35% degli intervistati ha detto che avrebbe chiesto un rimborso, mentre il 26% ha detto che compreranno un iPhone di Apple, importante concorrente di Samsung negli Stati Uniti (SurveyMonkey tuttavia non ha chiesto ai consumatori che altro telefono non Samsung preferirebbero acquistare.) Un altro 21% ha dichiarato di voler optare per un altro telefono Samsung. Solo il 18%, meno di uno su cinque, ha detto che avrebbe chiesto un nuovo Note 7.

Se i consumatori davvero metteranno in pratica quelli che possono essere considerati come i loro sentimenti iniziali, Samsung potrebbe fare un bagno  di sangue finanziario e potenzialmente perdere milioni di vendite di smartphone. Samsung Galaxy Note 7 è stato ben accolto dopo il suo lancio in agosto vendendo più di 2,5 milioni di unità nelle sue prime settimane, mostrandosi come una possibile minaccia per il nuovo iPhone 7 e iPhone 7 Plus, che hanno debuttato in questo mese di settembre.

Leggi anche: Galaxy Note 7: Verizon è tornata a prendere ordini per il device di Samsung

samsung galaxy note 7 s pen

Il sondaggio mostra brutti segnali per Samsung

I risultati del sondaggio prefigurano dunque problemi seri per Samsung dopo il richiamo di 1 milione di Samsung Galaxy Note 7 negli Usa. Secondo gli analisti il caos generato da questo episodio relativo alla batteria del nuovo dispositivo, potrebbe costare al più grande venditore di smartphone al mondo non meno di 904 milioni di dollari. Le frustrazioni degli utenti del Galaxy Note 7 sono esemplificate dai travagli di Eric Fleming, 30 anni, che ha acquistato il prodotto a San Bruno, in California. Egli non ha partecipato al sondaggio. “Non ho nessun posto dove andare. Io perderò dai 200 a 300 dollari a causa del richiamo,” dice. “Mi sento in credito con Samsung, dopo diversi anni di fedeltà.”

Leggi anche: Microsoft Edge: continua la guerra con Google Chrome

Secondo gli esperti Samsung ha la forza di riprendersi in pochi mesi

Tuttavia, il richiamo di Samsung potrebbe rivelarsi solo un problema temporaneo per il suo marchio aziendale, in quanto la qualità complessiva del prodotto è buona, dice David Rogers, un esperto e docente membro del branding presso la Columbia Business School. Finché Samsung continua a comunicare con il pubblico, la crisi dell’impresa dovrebbe durare solo pochi mesi,  dice l’esperto. “Samsung ha costruito un forte seguito tra i consumatori di smartphone”, dice Rogers. “E ‘in una posizione di forza nella categoria smartphone, forse solo Apple può vantare una maggiore fedeltà dei clienti. Se invece questo guaio fosse accaduto ad una start-up, si sarebbe verificato un bel problema per l’azienda coinvolta. “

Leggi anche: Huawei Honor 8: ecco cinque motivi per cui acquistarlo

  • Gabriele Rizzuto

    Ragazzi Samsung è una delusione in termini di garanzia e assistenza, ho comprato un s7 appena se mesi fa gli è finita un po d’acqua sullo schermo perche l’ho poggiato vicino al rubinetto ma ripeto non in immersione solo qualche goccia. il giorno dopo non si è più acceso porto il telefono in assistenza e dopo 2 mesi me lo riconsegnano non sistemato e mi dicono che siccome si e ossidato il telefono perde la garanzia. Amici non compriamo più samsung.

    • nome Cognome

      a me passano in garanzia anche telefoni dopo 4 anni dall’acquisto… comunque l ip68 è una certificazione non una garanzia…nel manuale e specificato che non dovrebbe entrare acqua ma se entra samsung non si prende nessuna responsabilita cosi come vale anche sul nuovo iphone 7 ip67… io per testarla ho immerso interamente il mio s7 edge il giorno dell acquisto…. se era difettoso per legge lo sostituivano in negozio senza nemmeno contattare samsung perché entro 10gg si puo fare la procedura di DOA cioe morto all arrivo in negozio…

    • Cpt.Baraa

      Sembri un semplice iphone boy che ha voglia di dure qualcosa di brutto.

      Ps, il mio note 5 si è bagnato millioni di volte, e sta che è una favola

      • Gabriele Rizzuto

        Sono serio io ho avuto solo samsung negli ultimi anni , ma adesso basta dato il loro comportamento.

  • Gabriele Rizzuto

    e comunque osserva cosa sta accadendo con glaxi note 7 si salvi chi puo