Galaxy Note 7 potrebbe avere uno slot ibrido UFS/microSD

Negli scorsi giorni siamo venuti a sapere che le microSD UFS presentate da Samsung portavano con se una velocità di lettura e trasferimento dati talmente alta da non essere sfruttabili da alcun device attualmente in circolazione. Ebbene, pare proprio che il colosso coreano abbia fatto bene i conti, poichè secondo un rumor trapelato in rete il prossimo Galaxy Note 7 dovrebbe montare uno slot ibrido in grado di leggere sia microSD tradizionali che le nuove UFS 1.0 di Samsung.

Un nuovo slot ibrido per supportare velocità folli

Secondo i colleghi di DroidLife infatti i socket delle memorie degli smartphone odierne non sarebbero capaci di trasferire alle folli velocità delle UFS. Si parla infatti di 530MB/s in lettura e oltre 170MB/s in scrittura, entrando in competizione addirittura con gli SSD desktop. Un ulteriore marcia per spingere il Galaxy Note 7 potrebbe essere proprio la compatibilità con queste memorie “estreme”, e rendere di conseguenza il terminale ancora più potente e goloso per gli aficionados di Samsung.

Samsung

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 7 più potente di un PC? A quanto pare si!

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 7: svelato ufficialmente lo Snapdragon 821

Vista la natura incerta della notizia, vi raccomandiamo di prendere la news con le dovute cauzioni, ma se si dovesse rivelare vero, il Galaxy Note 7 potrebbe realmente essere un terminale capace di segnare un punto di rottura con il nostro concetto di phablet/smartphone, tuttavia per saperlo occorrerà attendere il reveil di Agosto.