Samsung Galaxy Note 7: linee aeree australiane ne vietano l’uso

Le principali linee aeree australiane Qantas, Jetstar e Virgin Australia hanno detto ai passeggeri di non accendere o ricaricare il loro Samsung Galaxy Note 7 sui loro aerei. “Chiediamo  ai passeggeri che li possiedono di non accendere o caricare in volo il proprio telefono”, sono le parole di Qantas che l’azienda ha confermato a Reuters in una dichiarazione. Le aziende  hanno deciso di prendere questa misura non in quanto ordinato da parte delle autorità aeronautiche della nazione, ma  di propria iniziativa alla luce del richiamo di Samsung in Australia.

Il divieto potrebbe diventare ancora più ampio, sembrerebbe infatti che la FAA starebbe valutando di prendere questa decisione sul Samsung Galaxy Note 7. Un portavoce ha dettoGizmodo via e-mail che “se il dispositivo viene richiamato dal produttore, equipaggio aereo e passeggeri non  potranno portare le batterie richiamate nella cabina di un aeromobile , o nel bagaglio. Samsung ha, ovviamente, già richiamato il dispositivo, ma questo non è avvenuto nel modo consueto. Invece di organizzare ufficialmente il richiamo mediante l’intervento della Commissione US Consumer Product Safety (CPSC), ha fatto tutto di sua iniziativa. Consumer Reports  ha richiamato Samsung per questo motivo , e la CPSC sta valutando di rendere il richiamo ufficiale, secondo quanto riportato da Recode .

Leggi anche: Galaxy Note 7 richiamo: spunta la pagina ufficiale di Samsung

NOTE 7 ordini SOSTITUZIONI

Con il richiamo e il fatto che le vendite del Samsung Galaxy Note 7 sono state fermate appena due settimane dopo l’inizio delle spedizioni, il divieto non influirà troppo sulle persone. Tuttavia, ci sono ancora tra 1 milione e 2,5 milioni di dispositivi in giro, e molte persone devono ancora procedere alla sostituzione. E ‘bello che le compagnie aeree hanno bloccato l’uso telefoni di propria iniziativa, dato il potenziale  pericolo . Tuttavia, Samsung ha ovviamente creato un sacco di confusione non utilizzando per il richiamo i canali ufficiali, quindi potrebbe essere questo il momento per le autorità degli Stati Uniti e di altri paesi per intervenire.

Leggi anche: Galaxy Note 7, ecco come funzionerà il richiamo in Italia [Ufficiale]