Samsung Galaxy S7, nuovi banchmark con lo Snapdragon 820 mostrato notevoli miglioramenti

Come noto già da diverse settimane, Samsung è impegnata nello sviluppo del nuovo Samsung Galaxy S7 e nella fase di test del nuovo SoC Qualcomm Snapdragon 820, il nuovo chipset top di gamma di Qualcomm che sarà disponibile, in versione definitiva, entro le prime settimane del prossimo anno.
In queste ore, un utente di Weibo ha pubblicato i risultati di alcuni benchmark test di AnTuTu che vedono protagonisti alcuni prototipi del nuovo Samsung Galaxy S7, uno dotato dello Snapdragon 820-A, una versione preliminare del SoC, ed un secondo con Snapdragon 820-B, un prototipo più recente e più vicino alla versione definitiva del SoC di Qualcomm che supera i 70 mila punti nel benchmark.

Il nuovo Snapdragon 820-B mette insieme risultati davvero notevoli nel benchmark superando il prototipo precedente ed i risultati ottenuti dallo Snapdragon 810. Per quanto riguarda le prestazioni in single-threaded il miglioramento dello Snapadragon 820 rispetto all’810 sono consistenti e variano dal +38% al +77% a seconda del test.

common_SM-G925F_001_Front_black_thumb

Il nuovo Samsung Galaxy S7 protagonista di questi risultati dovrebbe essere uno dei primi device che monterà il nuovo Snapdragon 820. Samsung, infatti, non sembra aver intenzione di ripetere la scelta di quest’anno in cui i suoi top di gamma presentano unicamente SoC Exynos.

L’azienda coreana, infatti, presenterà, oramai è quasi certo, almeno una versione del suo nuovo Samsung Galaxy S7 con Snapdragon 820 i cui test stanno procedendo attivamente in queste settimane con risultati sicuramente convincenti in termini prestazionali. Al momento, l’unico punto da chiarire in merito alla futura presenza dello Snapdragon 820 tra le specifiche del nuovo Samsung Galaxy S7, che ricordiamo sarà presentato nel 2016 probabilmente al Mobile World Congress di inizio marzo, è legato alla gestione delle temperature d’esercizio, vero e proprio tallone d’Achille dello Snapdragon 810.

Qualcomm con il suo nuovo Snapdragon 820 ha presentato un’architettura inedita

basata su custom core Kyrio che andranno a costituire una CPU Quad-Core e non più Octa-Core. Una scelta sicuramente interessante che potrebbe comportare un netto miglioramento delle prestazioni in single-threaded ed una drastica riduzione delle temperature di funzionamento del processore. Ulteriori informazioni in merito al nuovo Galaxy S7 ed allo Snapdragon 820 arriveranno, senza alcun dubbio, già durante le prossime ore o, al massimo, nel corso dei prossimi giorni.

  • “il passaggio ai 6 GB dovrebbe registrarsi con il nuovo Samsung Galaxy Note 5” Ragazzi il Note 5 è già uscito e non ha certo 6 GB di RAM!