Samsung Galaxy S7 potrebbe avere un sistema di raffreddamento passivo

Il futuro Samsung Galaxy S7 può, senza dubbio, essere considerato come lo smartphone Android più atteso del prossimo anno. Il device avrà il compito di bissare il successo commerciale della gamma di dispositivi Galaxy S6, migliorando ulteriormente i risultati di vendita nonostante la presenza di una concorrenza agguerritissima. Nelle ultime ore, ad arricchire ulteriormente il già consistente insieme di rumors in merito al nuovo Samsung Galaxy S7 arrivano nuove informazioni in merito alla possibile presenza di un sistema di raffreddamento passivo per il SoC all’interno del nuovo top di gamma della casa coreana.

Samsung Galaxy S7, un sistema di raffreddamento per lo Snapdragon 820

Stando a quanto rivelato su Weibo da da un presunto ingegnere di Samsung, il nuovo Samsung Galaxy S7, soprattutto nella versione dotata del SoC Qualcomm Snapdragon 820, potrebbe presentare un particolare sistema di raffreddamento passivo per migliorare lo scambio termico tra i componenti più “caldi” ed i componenti più freddi del dispositivo, ottimizzando cosi il processo di dissipazione del calore, uno dei principali problemi di quasi tutti gli smartphone di questo 2015 con Snapdragon 810. Samsung Galaxy S7

Per ora,  i primi report, evidenziano come il nuovo Snapdragon 820 non dovrebbe essere afflitto dagli stessi problemi del suo predecessore ma Samsung, probabilmente per non correre rischi, potrebbe aver sviluppato questa nuova soluzione ingegneristica per migliorare al massimo la dissipazione del calore del suo nuovo Samsung Galaxy S7. La dissipazione del calore e, quindi, il controllo delle temperature sono elementi fondamentali per il successo di uno smartphone top di gamma, soprattutto per quanto riguarda l’autonomia. Il Samsung Galaxy S6 grazie al SoC Exynos 7420 riesce a gestire ottimamente le temperature di esercizio garantendo cosi un’autonomia più che sufficiente nonostante la presenza di una batteria sottodimensionata rispetto a molti concorrenti.

Il nuovo Samsung Galaxy S7, come visto nei giorni scorsi, sarà realizzato in due versioni. La prima con SoC Exynos 8890 riservata all’Europa, alla Corea del Sud e ad altri mercati asiatici e la seconda, che dovrebbe caratterizzarsi per un volume di produzione maggiore, destinata ai mercati del Nord America e della Cina. Il successo di questa seconda versione del Samsung Galaxy S7 è, quindi, fondamentale per i risultati finanziari di Samsung del prossimo anno. Maggiori informazioni su questo nuovo sistema di raffreddamento per il nuovo Samsung Galaxy S7 emergeranno, senza dubbio, già nel corso dei prossimi giorni o, al massimo, nelle prossime settimane. Continuate, quindi, a seguirci, per tutti gli aggiornamenti sul caso.