Samsung Galaxy S7 sfidato da OnePlus 3: cosa cambia con l’ultimo aggiornamento?

Nel corso delle ultime settimane si è parlato moltissimo della sfida a distanza tra il Samsung Galaxy S7 ed il cosiddetto OnePlus 3. Per quest’ultimo, infatti, è bastata la dotazione di 6 GB di memoria RAM per diventare nell’immaginario collettivo la prima alternativa allo smartphone presentato durante il Mobile World Congress di Barcellona. Eppure, i primi test effettuati sul campo e di cui vi abbiamo dato prontamente notizia hanno smentito il valore dei numeri. Senza dimenticare gli altri confronti a distanza tra i device.

Insomma, al momento del lancio sul mercato del nuovo OnePlus 3 abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione del fatto che le varie ottimizzazioni sono di gran lunga più importanti degli elementi che appaiono più evidenti con le singole schede tecniche. Se a questo aggiungiamo che i recentissimi aggiornamenti software per il Samsung Galaxy S7 solo sulla carta sono stati “minor”, è facile immaginare che i raffronti fino a questo momento siano stati impietosi.

Samsung Galaxy S7
Samsung Galaxy S7

Tutto questo fino ad oggi, quando cioè lo stesso OnePlus 3 ha ricevuto l’aggiornamento 3.2.0 che a quanto pare è più pesante di quanto ci si potesse aspettare. Almeno stando all’apposito topic reso pubblico dal team OnePlus. Piuttosto ricco, infatti, il changelog fornito dal produttore, ma la voce più importante sulla quale è lecito soffermarsi si riferisce senza ombra di dubbio all’ottimizzazione dei consumi della memoria RAM. In questo modo, infatti, i 6 GB totali presenti nella scheda tecnica possono finalmente avere un senso.

Cosa comporterà una mossa di questo tipo? Fino a quando non verranno condivisi ulteriori test in grado di creare un nuovo confronto a distanza tra Samsung Galaxy S7 e OnePlus 3 sarà impossibile dirlo, ma di certo il gap a questo punto dovrebbe essere meno evidente rispetto a quanto trapelato non molto tempo fa. E voi che ne pensate di questa interessantissima sfida a distanza tra top di gamma Android?