Samsung Galaxy S7 vs LG G5: il confronto in base ai rumors

Tra le grandi attese tecnologiche di questo mese, segnato dalle novità in arrivo col Mobile World Congress 2016, a spiccare su tutte è chiaramente l’arrivo del futuro Samsung Galaxy S7 il cui aspetto più intrigante riguarderà proprio il confronto con uno dei principali competitors come LG G5.

Con l’oramai data ufficiale di presentazione al pubblico fissata al 21 Febbraio e molti dei dettagli del profilo tecnico oramai svelati, la curiosità verte interamente sui pregi ed i difetti che i due top di gamma sapranno mostrare riproponendo una sfida in corso già da un paio d’anni – con risultati spesso controversi – oltre che crocevia nelle scelte di mercato degli utenti.

Samsung Galaxy S7 vs LG G5: due scuole di pensiero a confronto.

Il confronto Samsung Galaxy S7 vs LG G5 si ripete come per i predecessori.
Il confronto Samsung Galaxy S7 vs LG G5 si ripete come per i predecessori.

L’osservazione delle evoluzioni concettuali degli smartphone top di gamma proposti da Samsung ed LG permette di poter visionare la direzione – quasi certamente presa a modello – dei futuri mobile devices in arrivo in questo 2016 grazie all’influenza che i due brand, seppur in modo diverso, vantano con le rispettive presentazioni.

Il Samsung Galaxy S7 è atteso come espressione sia estetica, figlia del Project Zero avviato già con l’attuale Galaxy S6, che tecnica, sfoggiando il meglio delle novità di settore ed utilità pratiche come il lettore d’impronte digitali ed i molteplici sensori interni. L’LG G5 invece, in linea con i premi d’innovazione conseguiti dal brand coreano nell’ultimo biennio, dovrebbe dare libero sfogo a features sia tecniche che software dirette ad usabilità ed utilità quotidiana dettando legge nel panorama.

Design: fascino e praticità, i due opposti che si scontrano.

Le scelte condotte da Samsung per il Galaxy S7 sembrano confermare l’utilizzo di una scocca in alluminio con rifiniture in vetro ripercorrendo forme e stili del Galaxy S6 seppur con minori spigolosità in favore di angoli più marcati e circolari (come visibile dai primi rendering), risultando una via di mezzo con il Galaxy Note 5 ed alcuni punti fissi come la fotocamera posteriore dai bordi rialzati e l’Home Button frontale.

Più interessante potrebbe essere invece, in termini d’aspetto, il G5 con LG intenzionata a seguire le linee morbide sfruttate su G2 e G3 abbandonando molte delle novità emerse invece su di un G4 le cui linee eccessivamente curve pare non abbiano convinto più di tanto, mantenendo una certa fedeltà anche per fotocamera e tasti fisici seppur lievemente revisionati.

Display: identici ma con piccole differenze.

Display similari tra Samsung Galaxy S7 e LG G5.
Display similari tra Samsung Galaxy S7 e LG G5.

Altrettanto statiche dovrebbero essere le scelte relative il display del Samsung Galaxy S7 la cui ampiezza sarà contenuta sui 5.2 pollici, offrendo però un ulteriore ottimizzazione rispetto la riduzione dei bordi per guadagnare ancora più superficie,  con una risoluzione pari a 2560 x 1440 pixel.

L’LG G5 punterà invece su di un ritorno al passato, puntando su di uno schermo molto compatto di 5.3 pollici – medesimo del competitors Samsung ma inferiore agli ultimi G3 e G4 – con medesima risoluzione pari a 2560 x 1440 pixel ma una totale assenza di bordi specialmente sui margini laterali.

SoC: processori, RAM e tagli di memoria a confronto.

Nonostante l’esistenza di una soluzione proprietaria, di ottimo livello, come l’Exynos 8890, Samsung pare abbia deciso di commercializzare il Samsung Galaxy S7 in due varianti divise tra quest ultimo ed il nuovo Qualcomm Snapdragon 820, corredato da ben 4GB di RAM per offrire una maggior fluidità a prescindere dal tipo d’uso.

Diversamente, a causa dell’impossibilità di ricorrere ai futuri Nuclun ancora in fase embrionale, l’LG G5 sarà disponibile esclusivamente con Qualcomm Snapdragon 820 diversificandosi dal competitor Samsung per un taglio inferiore di RAM pari a 3GB ritenuta più che sufficienti per le reali esigenze dell’utente moderno.

Nessun dettaglio è stato ancora divulgato relativamente lo storage, se per LG è quasi scontata la possibilità di ricorrere all’espansione di memoria via microSD il medesimo discorso non può valere per Samsung ancora indecisa rispetto l’opzione di vendita dei modelli con tagli specifici in perfetto stile Apple.

Multimedialità: fotocamere e batterie.

Fotocamere a confronto tra Samsung Galaxy S7 e LG G5.
Fotocamere a confronto tra Samsung Galaxy S7 e LG G5.

Se i profili tecnici – all’interno di un mercato smartphone sempre più omologato tra i diversi produttori – appaiono spesso similari ed incapaci di offrire una realtà differenza nell’esperienza d’uso, il vero fiore all’occhiello di Samsung ed LG saranno le dotazioni accessoriali tra fotocamere e batteria.

Da questo punto di vista i progressi attesi sul Samsung Galaxy S7 saranno notevoli: la fotocamera posteriore offrirà infatti una riduzione a 12.3 megapixel per compensare nella qualità risolutiva – si vocifera nettamente migliore rispetto il Galaxy S6 – con un’apertura focale pari ad 1.7 sebbene vi sia ancora un certo mistero rispetto la possibilità di presenza o meno dello stabilizzatore ottico d’immagine, il tutto alimentandosi con una batteria da 3.000 mAh.

Ben più chiara è invece la situazione dell’LG G5, pronto ad adottare una fotocamera posteriore (forse con doppio obiettivo) da ben 16 megapixel confermandosi leader indiscusso dopo gli ottimi risultati mostrati con G4 – con stabilizzatore ottico d’immagine laser più flash Dual-LED, sfruttando un alimentazione similare grazie alla medesima batteria da 3.000 mAh.

Android 6.0 Marshmallow: TouchWiz vs Optimus UI.

Entrambi i top di gamma vanteranno Android 6.0 Marshmallow, differenziandosi per le politiche di aggiornamento e le interfacce proprietarie.

TouchWiz è attesa ad una nuovo snellimento del proprio bloatware con relativo miglioramento estetico, sebbene i grandi progressi – incluso lo Store Temi in costante evoluzione – con Galaxy S6 rappresentino una garanzia coadiuvata dalla presenza delle Google Apps e del pacchetto di applicazioni Microsoft pre-installate.

La Optimus UI, dopo quanto mostrato con G4, potrebbe esser lievemente revisionata sul lato estetico ma dovrebbe conservare, oltre chiaramente le Google Apps, il proprio pacchetto di app integrate come Quick Note, Quick Remote e QSlide dimostrandosi attenta al multitasking ed all’offerta di servizi facilmente integrati e capaci d’interagire tra loro.

Conclusioni.

I profili sembrano sostanzialmente equipararsi, lasciando alito esclusivamente a discussioni e piccole differenze relativamente le prestazioni che potremo verificare solo una volta resi ufficiali.