Samsung Galaxy S8 con display 4K, c’è una sorpresa per la fotocamera

In casa Samsung fervono i lavori di preparazione al lancio del nuovo Samsung Galaxy Note 7, in uscita ad agosto. Il prossimo top di gamma dell’azienda coreana è destinato a diventare il flagship della famiglia Galaxy per tutto il 2016. La presentazione del nuovo Note 7 ci darà diverse informazioni anche sul futuro Samsung Galaxy S8 che, come da tradizione, sarà presentato nel corso del primo trimestre del 2016, probabilmente a margine del Mobile World Congress di febbraio di Barcellona. 

Già in queste settimane, come evidenziato da Androidhedlines, stanno iniziando ad arrivare i primi rumor legati al nuovo Samsung Galaxy S8, la cui fase di pre-produzione è già in corso. Il futuro smartphone di casa Samsung, senza alcun dubbio, sarà al centro di tantissime indiscrezioni nel corso dei prossimi mesi ma, già oggi, siamo in grado di anticipare alcuni elementi che ne potrebbero caratterizzare la scheda tecnica.

Samsung Galaxy S8: Display 4K e Snpadragon 830

Il nuovo Samsung Galaxy S8 dovrebbe essere il primo smartphone di Samsung a supportare in modo completo (grazie anche ad un nuovo visore Gear VR) la realtà virtuale. Il device potrebbe, quindi, presentarsi con un display dotato di risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) in  grado di rappresentare un deciso passo in avanti rispetto ai pannelli QHD che troviamo su Galaxy S7 e S7 Edge e che troveremo, con ogni probabilità, anche sul nuovo Note 7. Il futuro Galaxy S8 dovrebbe, inoltre, poter contare su di una nuova generazione di pannelli Super AMOLED che debutteranno, stando ai rumors emersi sino ad oggi, proprio sull’imminente Note 7. Naturalmente, il Galaxy S8 dovrebbe essere realizzato, come i suoi predecessori, in due varianti, una flat ed una dual edge.

Per supportare al meglio il display 4K, Samsung dovrà fornire al suo Galaxy S8 una batteria decisamente più capiente. Per quanto sia impossibile ipotizzare l’effettiva capacità di questo componente, la casa coreana dovrebbe comunque essere in grado di installare nel suo futuro top di gamma una batteria maggiore rispetto a quelle che troviamo su S7 e S7 Edge senza andare ad aumentare, di troppo, lo spessore ed il peso.

Leggi anche: Samsung guida il mercato dei display OLED nel Q1 2016

A gestire il funzionamento della nuova gamma Galaxy S8 troveremo il già parzialmente annunciato SoC Qualcomm Snapdragon 830, evoluzione diretta dello Snapdragon 820 realizzata però con processo produttivo FinFET a 10 nm, un aspetto che consentirà di abbassare notevolmente i consumi energetici legati al SoC. Ricordiamo che il Note 7 debutterà con lo Snapdragon 823, una versione overcloccata dello Snapdragon 820 ma che oltre ad una frequenza di funzionamento maggiore non va ad aggiungere particolari elementi rispetto all’attuale chipset di Qualcomm. Il nuovo Snapdragon 830, invece, dovrebbe garantire un netto upgrade generazionale, sia in termini di performance che, come detto in precedenza, per quanto riguarda i consumi energetici. A completare le specifiche tecniche troveremo, senza dubbio,  i nuovi moduli da 6 GB di RAM che Samsung ha iniziato a produrre, per il Note 7, lo scorso mese di maggio.

Leggi anche: OnePlus 3 utilizza display Super AMOLED prodotti da Samsung

Samsung Galaxy S8: Doppia fotocamera posteriore

Il progetto Samsung Galaxy S8 potrebbe portare un’altra importante novità per la gamma Galaxy. Il futuro top di gamma dell’azienda, infatti, potrebbe essere il primo smartphone dell’azienda coreana a montare una doppia fotocamera posteriore. Per quanto, al momento, le informazioni siano decisamente scarse, l’idea di un Galaxy con due sensori nella parte posteriore è piuttosto concreta. Di certo, la casa coreana farà molti test su questo componente e nel corso dei prossimi mesi potrebbero emergere notizie più dettagliate sul progetto.

Maggiori dettagli sulle specifiche tecniche del nuovo Samsung Galaxy S8, oltre alle prime conferme su alcune delle sue caratteristiche, potrebbero emergere già nel corso dell’estate ed, in particolare, dopo la presentazione ufficiale del nuovo Samsung Galaxy Note 7 che dovrebbe rappresentare la base per lo sviluppo del nuovo top di gamma della casa coreana del 2017. Continuate, quindi, a seguirci per saperne di più.

  • Giulio Graziano

    Nel 2017 non nel 2016 ci siamo già. E poi che senso ha k2 k4 e k5 e 6 tanto è uguale consuma solo di più anche per i tv. I film con qualche anno non si vedono bene con grandi schermi. E pOi nel era digitale scaricare materiale da internet pesa di più costa di più se ha risoluzioni elevate .è tutto concepito per spennare i polli