Samsung Galaxy S8 con Smart Glow, molto più di un LED

Samsung Galaxy S8 sarà potenzialmente un device che introdurrà alcune feature e peculiarità tecniche specifiche che tengono conto anche di nuove metodologie di notifica, come già visto in passato, che puntano ora ad un’ulteriore espansione in vista dell’uscita del nuovo terminale made in South Korea.

In tempi recenti, infatti, la casa sudcoreana ha messo a punto un nuovo sistema intelligente in sostituzione al classico ecosistema per le notifiche dei messaggi dalle applicazioni e che potrebbe venire a galla con l’uscita del nuovo Samsung Galaxy J2 (2016) oltre che su quello che sarà il nuovo flasghip killer di prossima generazione, il quale potrebbe ulteriormente amplificare le funzioni base di questa nuova prima implementazione, come riporta Sammobile. Vediamola.

Samsung Galaxy S8 con SmartGlow, indicazioni visive per le notifiche e non solo

Samsung Galaxy S8 avrà probabilmente Smart Glow, per tutti coloro che se lo fossero perso, che corrisponde all’atto pratico ad una sorta di anello da collocarsi nella parte più esterna dell’obiettivo camera posteriore al fine di porre in essere un ulteriore sistema utile per la notifica degli avvisi sul nostro telefono e non solo.

L’anello luminoso è in corso di implementazione a bordo di Samsung Galaxy J2 (2016) e conta ben presto di espandere le sue potenzialità in vista della comparsa del nuovo telefono di punta del costruttore coreano: Samsung Galaxy S8.

Samsung Galaxy S8
Samsung Galaxy S8 potrebbe avere Smart Glow

Il progetto iniziale prevede l’applicazione di tre differenti funzioni base che constano nell’utilizzo dell’anello intelligente in qualità di sistema prioritario per la visualizzazione delle notifiche, avviso di utilizzo del terminale e quello che la stessa software house ha battezzato Selfie-Assistant, una funzione quest’ultima che consentirebbe di orientarsi allo scatto tramite fotocamera posteriore. In questo caso, infatti, si potrebbe beneficiare di un sistema in grado di assicurare scatti più luminosi ed attuabili anche al buio oltre che ad una maggiore risoluzione d’immagine.

L’anello luminoso non è monocromatico ma consente di variare i colori a piacimento operando delle assegnazioni specifiche per i contatti, quando in modalità d’avviso, in grado di inoltrare messaggi, chiamate o e-mail che risultano così più facilmente riconoscibili. L’univocità del colore, infatti, garantisce il riconoscimento immediato di colui che ha tentato di contattarci senza la necessità di risvegliare il telefono dallo stand-by.

Allo stesso modo, il nostro smartphone Samsung utilizza i colori per notificare lo stato del terminale in merito alla percentuale critica di batteria in scarica ed anche in carica. Avremo la possibilità di avere quindi degli avvisi in prossimità della fase di scarica critica così come un aiuto visuale per comprendere meglio il livello di carica raggiunto.

Samsung Galaxy S8
Samsung Galaxy S8 potrebbe avere Smart Glow

Ritornando al discorso selfie, la società riferisce della possibilità di ottenere uno Smart Glow in toni di blu nel momento in cui l’obiettivo aggancia il nostro volto: A quel punto saremo pronti per effettuare il nostro selfie tramite fotocamera principale posteriore entro un tempo massimo di 2 secondi.

Queste, fondamentalmente, le funzioni introdotte a livello primordiale da Samsung Electronics attraverso il suo Galaxy J2. Ad ogni modo, tra le intenzioni della società, rientra già in programma un’espansione mirata che possa determinare anche indicazioni particolari come quelle inerenti l’uso della memoria RAM e ROM così come il consumo del traffico dati n mobilità. Ulteriori migliorie sono da prevedere anche per la funzionalità selfie che, in tal caso, ha ruolo centrale nell’utilizzo vero e proprio della funzione.

Lo sviluppo si concentra anche nelle funzioni Smart Meteo e Smart Health. Tramite Smart Glow, infatti, saremo presto in grado di determinare con una rapida occhiata l’andamento della situazione meteo secondo uno schema colori predefinito o comunque preferenzialmente configurabile a piacimento dall’utente finale. Il tutto visualizzabile attraverso uno shake-control a schermo spento.

Decisamente interessante è il livello Salute che ricalca la possibilità di poter ottenere il monitoraggio della frequenza cardiaca sia tramite software che hardware attraverso l’integrazione dell’anello e del Flash LED tramite un sistema non ancora ben delineato logicamente.

Le aspettative di Samsung nei confronti di questa nuova tecnologia implementativa sono davvero al massimo livello ed è per questo che, sebbene il progetto iniziale includa unicamente il Galaxy J2 India, ci si sta attivando per portare queste ed altre funzioni a bordo di altri terminali come il Galaxy S8. Infatti, pare sia questo il fortunato candidato a ricevere in esclusiva le nuove caratteristiche Meteo e Salute che, in quest’ultimo caso, farebbe divenire superfluo l’esteticamente brutto sensore cardiaco on-board.

In merito ci aspettiamo ulteriori informazioni. Resta aggiornato sulle notizie del mondo Samsung consultando le nostre pagine dedicate. Esprimi il tuo parere in proposito e facci sapere che cosa ne pensi del nuovo Smart Glow commentando in basso.

  • Al

    Sono queste CAZZATE che sporcano e appesantiscono inutilmente i cellulari Samsung ad avermi spinto anni fa ad abbandonarli e a passare ad altri marchi.
    Opzioni su optzioni che uno non userà mai. Bloatware a tonnellate. Marketing.

    • Paolo Bianchi

      Hai ragione