Samsung Galaxy S8: in tanti lo desiderano cosi, ma difficilmente sarà come volete

Nonostante al debutto del Samsung Galaxy S8 manchi ancora veramente tanto, online negli ultimi giorni non si sta parlando di altro.

Nelle ultime ore, sul famosissimo e popolarissimo social cinese Weibo, è trapelato uno screenshot molto interessante postato esattamente dall’utente chiamato KJuma – in cui sarebbero indicate le strabilianti specifiche tecniche che dovrebbero accompagnare il nuovo Galaxy S8 del produttore coreano.

Veramente difficile credere che quanto trapelato sia la reale scheda tecnica del successore del Galaxy S7: a nostro modo di vedere sembra più una lista dei desideri, un qualcosa che al 99% a bordo del Galaxy S8 non vedremo mai e poi mai. Logicamente non è affatto da escludere che qualche caratteristica sarà vera. Detto questo, andiamo al sodo.

Samsung Galaxy S8 render
Samsung Galaxy S8

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S7 Edge esplode nelle Filippine, le novità sullo spinoso caso

Stando a Weibo, che difficilmente sbaglia quando si tratta di parlare della casa produttrice Samsung, il prossimo top di gamma Galaxy S8 è stato definito un vero e proprio mostro che offrirà al consumatore una potenza mai vista fino ad oggi: per l’ennesima volta, dopo averne sentito parlare spesso nei giorni scorsi, si parla di un pannello touchscreen con diagonale da 5.2 pollici associato ad una risoluzione 4K.
Una CPU di ultima generazione Snapdragon 830 di Qualcomm che dovrebbe svelarsi al mondo prima di Natale, quantitativo di memoria RAM pari a 6GB, storage da 64-128GB, fotocamera frontale da 9 megapixel per scatti di altissima qualità e posteriore da 30 megapixel dual camera e scanner dell’iride (il primo ad avere tale tecnologia è stato il Note 7).Samsung Galaxy S8 specs

Si tratta, come già riportato all’interno dell’articolo, di indiscrezioni, riportate da un utente presente sul social Weibo: riepilogando il tutto sembra davvero difficile che il Galaxy S8 di casa Samsung debutti con un hardware del genere, ma vedremo se l’azienda sud-coreana per recuperare i consumatori persi con il flop Note 7 riuscirà a smentirci.

  • Pietro

    Nelll’articolo c’è un errore frutto della pochezza dell’ufficio marketing di Microsoft, il primo smartphone con lo scanner per l’iride é il lumia 950, quasi un anno fa

  • Paolo Silveri

    E’ probabile che alla base di questi malfunzionamenti del Note 7, della lavatrice e del S7 ci sia un sabotaggio operato da qualche addetto lautamente pagato dalla concorrenza………….Speriamo che Samsung indaghi in questa direzione, perché un altro fallimento potrebbe esserle fatale.

    • Grazia Maria Delia

      sembra anche a me…dovrebbero cominciare a indagare su probabili sabotatori pagati dalla concorrenza…
      inoltre ci sono anche stati casi di iphone che sono esplosi ma qualcuno ne sta parlando ?😨