Samsung Gear S3: parla Arik Levy, ideatore dell’ultima collezione

Samsung Gear S3 è un dispositivo che vanta una estetica  da”vero orologio” che onora la tradizione artigianale, ma consente anche personalizzazioni quasi illimitate per integrare più strettamente gli stili individuali degli utenti. Per migliorare l’esperienza dell’utente ancora di più, Samsung ha collaborato con il noto artista industriale e designer Arik Levy per sviluppare disegni unici di quadrante e banda per l’ultima aggiunta alla collezione Gear S.

Anche se più noto per le sue sculture, Levy, che vive a Parigi è un tecnico, fotografo, stilista e regista. Nonostante il suo variegato sfondo, la collaborazione dell’artista con Samsung era la sua prima esperienza nella progettazione di uno SmartWatch. Il progetto non è stato senza sfide, ma ha eccitato Levy comunque: “L’arte rappresenta la libertà della mente, la visione, il  futuro … la capacità di fare cose che non abbiamo mai fatto prima; La tecnologia invece è quello che ci aiuta a realizzare quel sogno “, Levy ha osservato in un’intervista in vista del  lancio pubblicitario di Samsung Gear S3 . “Così, quando questo progetto è arrivato, ho pensato che fosse una grande opportunità per unire opere d’arte e tecnologia.”

Levy ritiene che Samsung Gear S3 sia un dispositivo che va al di là di un orologio. Un prodotto che, grazie alle innovazioni di Samsung, consente agli utenti di fare di più, come ascoltare musica e monitorare la loro posizione. Ma Levy ha voluto prendere il prodotto e portarlo in un posto nuovo, con la creazione di quattro quadranti unici e la banda che è rimasta fedele alla sua filosofia di design. Egli mirava a non creare solo un altro disegno, ma invece produrre qualcosa di completamente nuovo. “Volevo cambiare il design e dare una diversa estetica per completare non solo il mio lavoro, ma anche le caratteristiche notevoli del Gear S3″, ha detto Levy.

Leggi anche: Samsung family Hub: il frigorifero progettato per i consumatori europei

SAMSUNG Gear S3
SAMSUNG Gear S3

L’artista ha compiuto questo iniettando nei suoi disegni  quello che Levy  definisce come “evoluzione generativa”, un’architettura che consente di vedere sempre qualcosa di nuovo e unico ogni volta che si interagisce con essa. Sulla base dell’ ispirazione da quattro delle principali tipologie di opere d’arte, è stato in grado di trasmettere in ogni disegno un senso di esperienza di vita. “Eclipse”, per esempio, è stato ispirato dai dipinti “Iris Black Hole” di Levy ed esemplifica la profondità degli esseri umani, mentre “Vortex”, illustra lo sviluppo di ogni individuo nelle varie esperienze. “Sfaccettature” incarna l’essenza delle sue sculture “Rock”.

I quadranti di Levy in particolare incorporano evoluzione generativa.”Frattale”, che è stato ispirato dalla sua serie con lo stesso nome, dimostra il concetto di un oggetto che non ha inizio né fine. Questo è esemplificato attraverso effetti animati che creano una profondità in continua evoluzione, l’energia e la velocità per imitare il ritmo della nostra vita. Gli utenti possono regolare la velocità con cui  le figure si muovono attraverso il display in base a come vogliono. In questo modo, ogni utente può sperimentare i disegni di Levy in maniera diversa.

Leggi anche: Samsung: mostra speciale a IFA 2016, The Origin of Quantum Dot

La forte possibilità di personalizzazione del Samsung Gear S3,  secondo Levy, lo distingue da altri dispositivi.”Questa è la prima volta che questo tipo di prodotto si adatta a ciò che siamo”, ha osservato. “Lo si può vedere dall’altra parte della stanza e sapere immediatamente che si tratta di un Gear S3.“Essere in grado di aggiungere il suo tocco unico al Gear S3, è stata una delle cose migliori di collaborare con Samsung. “L’opera richiama l’attenzione ai dettagli micronici che rendono le differenze fondamentali nella vita di tutti i giorni”, ha detto. “Per dare alla gente la possibilità di giocare con quello che io penso sia una rivoluzione.”