Samsung realizza HDTV che si curva adattandosi alle azioni di gioco

Samsung Electronics è senz’altro l’indiscussa leader in quello che è il campo delle tecnologie emergenti e delle nuove implementazioni scaturite da brevetti che, col senno di poi, si rivelano di un’utilità e di un fattore d’ingegno degno del primato assoluto del mondo Hi-Tech. L’ultima grande scoperta cui siamo venuti a conoscenza consiste di una nova invenzione attualmente rilasciata sotto forma di brevetto presso la US Patent & Trademark Office degli Stati Uniti. Si tratta di un televisore davvero particolare, in grado di adattare il raggio di curvatura del pannello a specifiche situazioni, creando così scenari di gioco davvero vicini alla realtà. Come? Scopriamolo subito.

Samsung HDTV Flex, il televisore che si piega alla tua volontà… o quasi

Samsung, e di certo non lo si può negare, sta rivoluzionando la visione tradizionalistica delal tecnologia consumer al punto da chiedersi se in qualche modo non riesca ad anticipare nettamente le previsioni relative a tecnologie ancora solo immaginate.
È questo il caso della US Patent & Trademark Office che, con incalzante cadenza, ospita alcuni dei brevetti più ingegnosi della storia della tecnologia provenienti dai vari colossi dell’informatica e dell’elettronica mondiale prima fra tutti la sudcoreana.Samsung TV pieghevole

L’ultima grande trovata del colosso asiatico consiste in un televisore che massimizza, come finora mai fatto, l’ambiente di gioco in quelle che potrebbero essere, tanto per citare un esempio, corse adrenaliniche in cui il fattore velocità potrebbe essere messo in risalto attraverso un nuovo sistema che simula l’accelerazione percepita all’interno dell’abitacolo ottenuto attraverso una distorsione del tutto fedele alle reali meccaniche di gara.

Semplificando, possiamo dire che il nuovo Samsung SMART TV è in grado di variare a livello fisico la curvatura del display al fine di adattarsi alla situazione. Ciò è reso possibile grazie ad un complesso algoritmo di decodifica della scena che è affidato al processore interno il quale coordina l’azione del display in risposta agli stimoli dell’HUD Game per quanto concerne le variazioni di velocità.

La stessa Samsung fa presente che:

Il processore può cambiare la curvatura del display in modo tale da consentire di avere una diversificazione di curvatura sul lato sinistro rispetto al lato destro del display, per avere diversi valori di curvatura che seguano la reale direzione dell’oggetto in movimento all’esatto valore di velocità rilevato

Le immagini che seguono saranno molto esemplificative al fine di capire le reali intenzioni della società per i suoi nuovi Samsung TV:

Samsung HDTV Flex

L’immagine soprastante mostra un disegno di massima del’utilizzatore alle prese con il nuovo televisore nonché una versione semplificata e schematizzata dell’algoritmo utilizzato per la decodifica e la dimostrazione del risultato ottenuto dal processo di decodifica. In particolare si evidenziano le evidenti curvature rese possibili dall’intelligenza integrata del Samsung TV HD. Ma la vera grande forza del sistema consiste nella sua versatilità di utilizzo, rimarcata dalla società stessa che si è pronunciata dicendo:

Il ricevitore può ricevere un contenuto o un segnale di trasmissione che includa, tra l’altro, un’immagine, un flusso audio ed ulteriori dati aggiuntivi (come ad esempio, una guida elettronica ai programmi (EPG) da vari tipi di fonti, come la diffusione digitale terrestre, la trasmissione via cavo, via satellite, la trasmissione Internet, e così di seguito.

La domanda, in origine depositata presso gli uffici dell’USPTO in Settembre 2015 è emersa solo ad inizio settimana. La parallela creazione di dispositivi dedicati alla realtà virtuale come i Samsung Gear VR e gli altri accessori esclusivi che massimizzano la visione dei contenuti potrebbero trovare, in un futuro non particolarmente lontano, grande applicazione nel mondo dei videogames. Una rivoluzione che, ormai, è dietro l’angolo.

Voi che cosa ne state pensando della nuova soluzione Samsung Games appena trattata? Potrebbe realmente lasciarci incollati al televisore o preferite magari un’esperienza di gioco 2D/3D che rimanga con “i piedi per terra”. Lasciateci pure tutte le vostre impressioni in merito ed i vostri feedback utilizzando il relativo box dei commenti sotto predisposto.
Fonte: PCGamesHardware