Samsung e Nokia, accordo incrociato per proprietà intellettuali

Samsung Electronics e Nokia stabiliscono i termini di accordo sulle partnership intellettuali che sono stati oggetto di discussione a partire dallo scorso 1 Febbraio 2016. Lo scopo principe è quello di puntare ad una comune espansione incrociata dei brevetti che consenta da ambo le parti un beneficio comune sul portafoglio brevetti e sul processo di innovazione. Un risultato che pare essere giungo ad una conclusione grazie al nuovo accordo stabilito che vedremo in questo nuovo aggiornamento giuntoci dalla testata online EuroInvestor.

Samsung e Nokia diventano partner intellettualiSamsung Nokia Accordo

L’accorso Samsung-Nokia stabilitosi in Febbraio ed annunciato a pieno regime nella giornata di oggi consente un ampliamento alle future tecnologie prossime di brevetto rafforzando peraltro la presenza di Nokia nel campo delle tecnologia programmabili che, in quest’ultimo periodo, avevano perso terreno rispetto alla concorrenza. L’impatto positivo sulle sorti della società potrebbe, dunque, giocare a favore del settore vendite di Nokia Technologies a partire già dal terzo trimestre del 2016.

Il tasso di crescita previsto per Nokia viene stimato sui 950 milioni di euro entro la fine del 2016 sul tasso di vendita dovuto proprio al nuovo accordo che consentirà di valorizzare il marchio attraverso la concessione di nuovi brevetti e tecnologie esclusive.

Con i portafogli di proprietà intellettuale di Nokia Technologies, Nokia Networks e Alcatel-Lucent, Nokia ha una ricchezza di tecnologie rilevanti per i dispositivi mobili e non solo

Questo quanto riferito da Ramzi Haidamus, presidente di Nokia Technologies.

Siamo entusiasti di accogliere questo accordo ampliato con Samsung, che riconosce la forza del nostro patrimonio, e continuiamo a perseguire nuove opportunità di licenza in altri diversi settori industriali

Nokia Technologies, formatasi nel 2014 su solide basi predominanti il settore licensing può ora focalizzare maggiormente la propria attenzione nei settori del Digital Health, Digital Media, Brand Licensing e sopratutto licenze di brevetto che si affiancheranno all’emergente mercato del digital VR voluto con la creazione, nell’anno 2015, di Nokia Technologies OZO, la prima fotocamera al mondo progettata per i professionisti della realtà virtuale che si affianca all’acclamata Samsung Gear 360.

LEGGI ANCHE: I Nokia tornano sul mercato? Si ma stavolta con sistema Android

Un accordo che sicuramente avrà ripercussioni positive sia per le sorti di Samsung che di Nokia, ultimamente impegnata nella costante ricerca di nuove soluzioni tecnologiche e brevetti di concessione per il cloud computing e le nuove frontiere delle comunicazioni mobili di quinta generazione. Resteremo in attesa di ulteriori informazioni. Intanto facci conoscere il tuo punto di vista.