Samsung: ecco i primi display a specchio in un Hair Salon Coreano

La notizia che Samsung fosse interessata alla produzione di display a specchio o trasparenti non è nuova e già da diversi anni le idee si sono accumulate, tuttavia nella giornata di oggi sembra sia arrivata la svolta. Già l’anno scorso avevamo visto dei display trasparenti da parte di Samsung, ma oggi è arrivata la notizia della prima installazione commerciale. Il noto marchio Coreano avrebbe, infatti, installato dei display a specchio da 55 pollici in un salone di parrucchieri a Seoul, in Corea.

Samsung installa i primi display a specchio in un salone di parrucchieri in Corea

Nella giornata di oggi è stata pubblicata sul web la notizia dell’installazione di display a specchio da parte di samsung in un noto salone di parrucchieri in corea.

Questi display oltre ad essere usati come normali specchi per il salone, permettono ai parrucchieri di mostrare ai clienti i diversi tagli di capelli, i colori e le informazioni sulle ultime pettinature.

Samsung sta progettando di vendere questa tipologia di display a specchio alle aziende specializzate in moda, arredamento, interior design, e saranno resi disponibili al commercio al dettaglio entro il terzo trimestre di quest’anno. Ad oggi, comunque, il prezzo di lancio rimane ancora un mistero e occorrerà attendere ancora un po’ per avere qualche dettaglio in più.

Durante il corso dell’anno abbiamo visto già diversi “mirror displayda parte di molte case produttrici, ma quelli introdotti da Samsung risultano essere ancora differenti. Infatti, i display in questione sarebbero dotati di tecnologia OLED capace di migliorare l’angolo di visuale e offrire una migliore resa luminosa e contrasto. Inoltre, questi dispositivi sono dotati di camera Intel’s 3D RealSense.

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe possedere uno di questi display samsung per la vostra attività o abitazione? Avete qualche idea originale su come usarli? Fatecelo sapere attraverso i vostri commenti e per chi fosse interessato all’argomento ecco un altro articolo sull’argomento: