Samsung regina degli smartphone, ma c’è un grave problema per il futuro

Samsung si dimostra essere ancora una volta la regina degli smartphone: lo dicono i dati di vendita degli smartphone nel Q3 2016 forniti da Gartner, periodo che corrisponde da luglio a settembre. Nella classifica Samsung si posiziona al primo posto con più di 71 milioni di dispositivi venduti, una bella cifra più bassa però degli 83 milioni di smartphone venduti nello stesso periodo dell’anno scorso, che ha fatto abbassare la sua quota di mercato globale dal 23,6% del 2015 al 19,2% del 2016.

Stiamo parlando del calo più importante dal Q4 2014. Il motivo? Ovviamente il disastro causato dal ritiro di Galaxy Note 7. Chi beneficia del flop di Samsung? Non Apple di sicuro che, sebbene si posizioni seconda nella classifica mondiale con un market share del 11,5% e 43 milioni di iPhone venduti, ha riscontrato un calo rispetto al 2015, con meno 6,6% di smartphone venduti, il suo risultato peggiore dal 2009.

Sono i brand cinesi a spuntarla, gli unici a crescere: Huawei, Oppo e BBK Communication Equipment. Non solo hanno venduto di più ma hanno anche fatto crescere l’intero mercato in questo Q3 2016. Huawei ha venduto ben 32,7 milioni di smartphone con una quota di mercato dell’8,7%, Oppo ha addirittura raddoppiato la sua quota di mercato posizionandosi al 6,7%. Queste marche cinesi hanno un bacino di utenza che proviene soprattutto dalla Cina, ma Huawei ad esempio sta facendo molto bene anche in Italia.

Samsung

Il totale degli smartphone spediti nel 2016 è di 373,2 milioni, in aumento del 5,4% rispetto al 2015: Android regna incontrastato come sistema operativo, è presente nell’87,8% degli smartphone. Sebbene Samsung sia ancora saldamente in testa a questa classifica il prossimo futuro sembra avere qualche nuvola per la casa sud coreana: Huawei pian piano si avvicina e in 5 anni vuole superarla a livello globale. Succederà proprio questo? Forse, se il trend negativo per Samsung continuerà, no se farà bene con il prossimo Galaxy S8.