Samsung SSD presenta la nuova serie 960 Evo e 960 Pro

Samsung Electronics si è recentemente resa protagonista attraverso la presentazione delle sue nuove proposte per il mercato SSD presso la quinta edizione dell’SSD Global Summit 2016, attraverso cui si sono creati i giusti presupposti per mostrare gli ultimi straordinari prodotti del settore archiviazione dati digitale cui protagonisti indiscussi sono stati i nuovi SSD 960 Evo e 960 Pro.

Entrambe le soluzioni Samsung SSD, si basano su form factory comuni voluti per l’M.2 ed un’interfaccia del tipo PCI Express inversione 3.0 che risponde alle specifiche base dell’NVMe. Sotto questo punto di vista, quindi, non sono da ravvisare novità di rilievo. Novità che, invece, si fanno interessanti se andiamo a scrutare le nuove specifiche tecniche che risiedono nei nuovi tagli di memoria previsti e nel settore prestazioni, decisamente più avanzato rispetto a quanto sinora visto con i device della serie 850.

Samsung 960 Evo SSDsamsung-960-evo


Partiamo all’insegna di questa presentazione introducendo il modello mid-level il cui riferimento coincide con la line-up di prodotti EVO. Samsung SSD 960 EVO è un dispositivo decisamente più evoluto di quello parallelo di generazione precedente per il fatto di introdurre sostanziali modifiche in termini di velocitò di transfer dei dati in modalità lettura e scrittura sequenziale. Abbiamo 3.200 MB/s (Read) e 1.900 MB/s (Write) con cicli di IOPS stabiliti nel numero di 380.000 in lettura e 360.000 in scrittura. In tal senso si parla di un sostanziale aumento rispetto a quanto appreso dalle specifiche degli 850 EVO che, come ricorderete, contavano su appena 97.000 IOPS in lettura e 88.000 in lettura. Dati che rendono perfettamente l’idea circa l’uso intensivo anche in ambiente server.

L’aumento prestazionale introdotto è dovuto anche ad un’attenta fase di ingegnerizzazione dei nuovi processi tecnologici legati alle funzioni Intelligent TurboWrite, naturale evoluzione dell’attuale TurboWrite ed in grado ora di sfruttare una dimensione buffer di memoria decisamente più estesa al fine di massimizzare le operazioni in velocità. Rispetto, infatti, ai 3/6/12GB di spazio dedicato ai tagli 256/512/1024GB di 850 EVO, Samsung 960 EVO offre 13/22/42GB di memory buffer nei rispettivi tagli di memoria previsti nelle misure di 1TB, 512GB e 256GB.

Samsung 960 Pro SSD

samsung-960-proLa variante immediatamente superiore viene classificata come Samsung 960 Pro ed introduce alcuni sostanziali miglioramenti rispetto al precedente pur mantenendo alcune caratteristiche comuni. Ai precedenti tagli di memoria base si aggiunge anche il modello da 2TB che estromette, invece, quello da 256GB previsto per la variante EVO. Uno spazio di archiviazione davvero impressionante, la cui implementazione è stata resa possibile da un accurato processo di stratificazione di memoria V-NAND su nuovi moduli da 512GB, ognuno dei quali conta su 16 layer da 32GB di spazio dedicato.

Ad affiancare l’utilizzo delle nuove memori estese troviamo il controller Polaris e la tecnologia Package on Package (PoP) che ha consentito di integrare quest’ultimo a 5 core, uno dei quali dedicato all’interfaccia on l’Host ed i rimanenti per le operazioni sulle Flash Memory e le DRAM che hanno trovato posto nel medesimo spazio fisico attraverso un processo di integrazione verticale. In tal caso, quindi, è stato possibile realizzare un modello da 2TB (4X512GB Memory Channel).

Passando ad argomentazioni più interessanti ravvisiamo un interessante aumento in termini di prestazioni offerte per i cicli di lettura e di scrittura che spingono i terminali al li mite dei 3.500 MB/s e 2.100 MB/s rispettivamente in R/W e con ben 360.000 IOPS in scrittura ed altrettanti 440.000 in lettura. Risultati nettamente superiori rispetto alle controparti di precedente generazione che al massimo potevano auspicare a 300.000 IOPS in lettura e 100.000 IOPS in scrittura con velocità operative di trasferimento massime di 2.500/1.500 MB/s.

Grande attenzione, tra l’altro, è stata rivolta anche al problema della dissipazione termica del calore verso cui Samsung si è posta introducendo un nuovo sistema brevettato con dissipatore integrato in-package realizzato in rame e tecnologia Samsung Dynamic Thermal Guard Security. I consumi, in tal modo, sono stati ridotti addirittura del 45% garantendo comunque le massime prestazioni della categoria.

Samsung SSD 960 EVO e 960 Pro – Funzioni Esclusivesamsung-ssd-960-scheda

Entrambi i modelli di SSD Samsung contano sulla possibilità di ottenere una nuova suite Samsung Magician espressamente dedicata ai device, attraverso cui gestire i terminali tramite comoda interfaccia grafica utente. In tal senso sarà possibile verificare la compatibilità degli SSD con il sistema operativo previsto ed alcune specifiche feature di sicurezza che consentiranno di beneficiare di uno spazio dedicato isolato rispetto all’OS e perciò inaccessibile (Samsung File Vault) del tutto simile al sistema software creato dalla società per il suo Samsung Galaxy Note 7 (Secure Folder). Il tutto naturalmente gestito attraverso un processo avanzato di crittografia AES con chiave a 256-bit.

Samsung SSD 960 EVO e 960 Pro uscita e prezzosamsung-ssd-960-pro

L’uscita prevista per i nuovi Samsung SSD è stata stabilita entro il prossimo mese di Ottobre 2016 e con prezzi di listino differenziati stabiliti come:

Samsung SSD 960 EVO

  • Versione 256 GB: $129
  • Versione 512 GB: $249
  • Versione 1 TB: $479

Samsung SSD 960 PRO

  • Versione 512 GB: $329
  • Versione 1 TB: $629
  • Versione 2 TB: $1.299

LEGGI ANCHE: Samsung mostra un SSD 850 EVO da 4TB

Entrambe le soluzioni possono contare sulla garanzia del produttore. Abbiamo 3 anni sul modello 960 EVO e ben 5 anni per il modello top di gamma 960 PRO. Che cosa ne dite dei nuovi SSD Samsung ?