Samsung mette in mostra la meccanica dei Quantum-Dot SUHD

Samsung Electronics Polska ha sostenuto progetti educativi sin dal momento in cui ha avviato le operazioni in Polonia. La collaborazione tra i mondi della scienza e della tecnologia, può essere vista attraverso partnership strategiche come quella di Samsung e Copernicus Science Center (CSC), una delle più grandi istituzioni educative in Europa.

La società sudcoreana ha lavorato con CSC dal momento della sua fondazione nel 2009 e, il loro ultimo progetto congiunto, ha permesso la creazione della zona didattica “Com’è fatto Samsung Dot“, incentrato sulla nuova tecnologia Quantum Dot voluta per gli ultimi SUHD TV.

Negli ultimi sette anni, Samsung Electronics Polska ha non solo fornito CSC con tablet, televisori e telecamere 3D, ma ha inoltre collaborato da vicino con l’organizzazione al fien di coordinare tali progetti. Il colosso sudcoreano, infatti, ha fornito attrezzature per officine mobili, concentrandosi sulla composizione musicale, esperimenti scientifici e storia antica.

L’anno scorso, ha incoraggiato anche giovani visitatori ad istruirsi al fine di imparare le basi dei linguaggi di programmazione nella zona deò master code del centro. Il master code, è un programma di locale di Samsung, offerto solo alle scuole prima di essere introdotto presso il CSC.

A seguito del successo registrato nella Master Coding, Samsung ha deciso di collaborare con CSC per creare un’altra zona educativa. “Samsung Dot’s it” delinea il dettaglio tecnico in merito alle funzioni introdotte con i più recenti SUHD TV Samsung , ed al modo in cui l’occhio umano percepisce le immagini.

samsung-suhd-tv

Una speciale sezione nella zona TV, è dedicata all’esplicazione tecnica della tecnologia di Quantum Dot. I punti quantici sono nanocristalli che, se opportunamente illuminati, emettono luce offrendo un colore estremamente puro e dettagliato.

Questa nano-tecnologia eccezionale è usata in medicina come pure nelle tecnologie ottiche e, nel caso di Samsung, nella produzione di televisori SUHD di eccellente fattura.

samsung-tv

Il nome voluto per la nuova “Dot-Zone” rappresenta una sorta di gioco di parole in lingua polacca. In polacco, kropka significa “dot” e la frase ho kropka significa “che è”. Di conseguenza, il nome della zona può essere tradotto come “Samsung e puntini”, o “Samsung Dot’s it“.

La nuova tecnologia Quantum Dot ed i TV Samsung SUHD sono perfetti alleati del’istruzione, perché entrambi sono tecnologie di uso quotidiano e, comunque,  un grande esempio di interazione tra scienza ed ingegneria. Quantum Dot Display rappresenta una delle nanotecnologie utilizzate nella vita quotidiana.

Ad ogni modo, molti si limitano a vederlo come un semplice televisore, ma pochi sanno cosa succede all’interno dei dispositivi. Riuscire, per gli studenti, a guardare letteralmente all’interno della meccanica del componente è, senza ombra di dubbio, un lusso che possono permettersi in pochi.

Una delle parti più importanti concepite per la zona educativa, infatti, vede la presenza di un TV SUHD opportunamente smontato nelle sue diverse parti, al fine di mostrare dove si trovano i punti quantici.

La visione, inoltre, riporta anche a flaconi riempiti con punti quantici in sospensione, che sono stati portati a Varsavia dal Samsung R & D center in Corea.

I visitatori possono visualizzare cristalli da 60mm di larghezza ottenuti utilizzando il processo Czochralski — un processo cosi denominato (dopo il 20° secolo) dallo scienziato polacco Jan Czochralski — usato per accrescere cristalli di semiconduttori, metalli, sali e altre particelle. Inoltre, la mostra presenta il meccanismo della percezione di immagine, visualizzato su schermi diversi.

samsung-tv-2016

La zona di Quantum dot rappresenta un assaggio delle modifiche che stanno per arrivare al centro scientifico di Copernico. L’anno prossimo, il centro subirà lavori di ristrutturazione  in vista di un programma di esposizione variegato, concepito al fine di mettere in luce le nuove meraviglie scientifiche dei display Samsung.

Hai avuto modo di vedere, almeno superficialmente, la fedeltà di colore e di dettaglio dei nuovi Samsung SUHD 2016? Dimmi cosa ne pensi.