Samsung valuta la cessione del business PC verso Lenovo

Samsung Electronics, come ormai ben tutti sappiamo, è una società poliedrica, ovvero attiva in una serie diversificata di comparti che, nell’ultimo periodo, hanno subito dei seri stravolgimenti. Per capire di che cosa stiamo parlando occorre fare un passo indietro ed esaminare quelle che sono state, nel solo corso dell’anno 2016, alcune scelte specifiche.

In particolare, si è vista la cessione del business Samsung Print e di tutti i progetti verso HP, la rivalutazione della forza lavoro a causa del disastro Galaxy Note 7 e, in ultimo, la concreta possibilità che l’azienda dirotti il mercato PC verso Lenovo, in modo tale da concentrare il suo core business sulle future tecnologie mobile ed annesse implicazioni (vedi Samsung 5G, tanto per fare un esempio pratico), oltre che nel settore televisori e prodotti e delle nuove frontiere dell’Internet delle Cose.

La società ha deliberato a favore della cessione della succursale Samsung PC a favore di Lenovo a fronte di un accordo ancora in corso che, quindi, dimostra all’atto pratico come le scelte della società per il futuro dell’innovazione siano ben altre. L’azienda, di fatto, segue il trend del momento che vede un preponderante abbandono del mercato Personal Computer a favore di soluzioni “pronte all’uso”, quali smartphone e tablet.

samsung pc lenovo

Lo studio legale Internazionale di Paul Hastings rappresenterà Samsung, mentre Freshfields Bruckhaus Deringersi farà carico di supportare Lenovo nelle trattative. La società, come sappiamo, solo in rare occasioni ha provveduto a rivelare i propri intenti finanziari, sebbene non sia difficile stimare la portata dell’accordo che, secondo i rapporti, stanzierebbe su una cifra prossima agli $850.000.000 di dollari americani, una cifra esorbitante.

Ovviamente si tratta di pure e semplici stime senza alcuno studio di fondo ma, qual che è certo è che Lenovo si trova al momento sulle vette del mercato PC e di certo l’acquisizione della divisione Samsung Personal Computer non può dare altro che giovare al business plan dell’azienda nel medio periodo. Resta solo da stabilire quali saranno i termini monetari dell’accordo, visto e considerato che la sudcoreana non ha al momento ne smentito ne confermato la reale fattibilità della transazione. Che te ne pare al riguardo?

LEGGI ANCHE: Samsung acquisisce QD Vision, produttore di soluzioni Quantum Dot