Sony Xperia Z4 Tablet: eccolo in una serie di torture test

Attraverso una serie di filmati, scopriamo come si comporta il Sony Xperia Z4 Tablet se sottoposto ad alcuni fra i più comuni torture test

Nonostante il colosso giapponese Sony non navighi nel suo miglior periodo per quanto riguarda le vendita del settore mobile, non possiamo certo definirlo un produttore di seconda fascia. I prodotti che sforza annualmente Sony sono tra i migliori al mondo, segno che il problema è da andarsi a ritrovare in qualche altro posto. Tra gli ultimi device ad essere stato presentato vi è il Sony Xperia Z4 Tablet, device di fascia alta che ha, come obiettivo primario, l’intento di permettere all’utente di rimpiazzare in toto il proprio laptop. Dobbiamo dire, guardando le sue caratteristiche tecniche, potrebbe anche farlo ma questo non è il focus del nostro articolo odierno:

  • Display IPS da 10,1 pollici con risoluzione QHD (2560 x 1440 pixel);
  • SoC Qualcomm Snapdragon 810 con CPU octa core a 64 bit e frequenza di clock massima di 2 GHz;
  • 3 GB di memoria RAM;
  • 32 GB di storage interno espandibile via micro SD;
  • Sensore fotografico posteriore da 8 Mpixel;
  • Sensore fotografico anteriore da 5,1 Mpixel;
  • Batteria da 6000 mAh;
  • Connettività WiFi, Bluetooth 4.0, LTE (opzionale);
  • Peso di 389 grammi;
  • Dimensioni di 254 x 167 x 6,1 mm

Ciò che ci interessa oggi sono le sue dimensioni ed i suoi materiali di costruzione. Questo perchè abbiamo scovato in rete una serie di video che mostrano quanto resistente sia il Sony Xperia Z4 Tablet nonostante lo spessore molto ridotto.

Prima di proseguire oltre, vi invitiamo a non imitare quanto vedrete nei video, altrimenti la garanzia legale del produttore sarà inevitabilmente violata. Inoltre, soprattutto per quanto riguarda i drop test, ogni caduta fa storia a se, per cui vi invitiamo anche a prendere tali test col beneficio del dubbio.

Incominciamo la carrellata di torture test sul Sony Xperia Z4 Tablet proprio con due drop test. Il primo è stato effettuato facendolo battere a terra col display ma il device non ha subito praticamente alcun danno:

Anche il secondo drop test non ha causato alcun danno al tablet, nonostante esso sia stato fatto cadere sul bordo laterale:

Adesso invece gli strumenti utilizzati per cercare di danneggiare il Sony Xoeria Z4 Tablet sono una moneta e delle chiavi. Essi vengono utilizzati nel tentativo di graffiare il vetro dello schermo del tablet, simulando non sappiamo cosa, visto che difficilmente trasporteremo il device in questione all’interno delle nostre tasche, posto in cui di solito si ripongono le chiavi.

Infine, troviamo il Sony Xperia Z4 Tablet sottoposto ad una prova di resistenza contro una pistola ad aria compressa. Dobbiamo dire che questa è stata la peggiore sfida che ha affrontato in questa serie di test ed anche i risultati finali lo testimoniano:

A questo punto, prima di lasciarvi, ci teniamo nuovamente a ricordarvi di non ripetere a casa i torture test che avete appena visto nei video.