Come spiare WhatsApp, i trucchi del mestiere


Spiare Whatsapp
 Gratis potrebbe non necessariamente corrispondere alla volontà di ledere gli interessi di qualcuno, infatti, potrebbe rivelarsi utile nel caso in cui potenzialmente si sospetti, solo per fare un esempio, l’infedeltà della propria compagno/a. Senza sfociare, né incoraggiare, operazioni di stalking vedremo come sia possibile controllare e leggere conversazioni Whatsapp di altri.

Spiare WhatsApp, con il MAC Spoofing Attack

Dopo aver assistito a nuove clamorose rivelazioni in merito alle nuove funzioni Whatsapp ed aver appurato come recuperare i messaggi cancellati da Whatsapp, vedremo come intervenire per utilizzare utenze estranee alla nostra spiando in messaggi in arrivo.

Benché esplicitamente non approviamo tali metodologie di approccio al sistema Whatsapp, potremmo ritrovarci nella situazione di dover utilizzare, forse a malincuore, una simile tecnica operativa per scoprire messaggi Whatsapp di altri utenti.

Glissando su vie traverse, si apre un mondo diametralmente opposto all’uso consueto che facciamo della nota app IM che rende necessaria una guida completa ed esaustiva quale, spero, sia quella cui ci accingiamo ad esporre. Bene, tuffiamoci in questa nuova avventura informatica.

spiare Whatsapp da smartphone

Il MAC Spoofing, facciamo chiarezza

Per MAC (Media Access Control) intendiamo indicare una stringa alfanumerica univoca identificativa relativa ad ogni componente di rete installato all’interno dei nostri PC, notebook, tablet, smartphone e così via. Una sorta di codice fiscale del dispositivo. Non replicabile e unico.

Lo Spoofing (dall’inglese inganno) dal canto suo consiste nel bypassare le protezioni imposte dall’ID del modem (e quindi il suo ID MAC). Così facendo l’intero flusso dati (foto, immagini, video e testi) che viaggia verso il MAC della vittima si riproporrà tale e quale sul display del nostro device.

Vediamo la metodologia d’azione:

  • Per prima cosa disinstallate il client Whatsapp dal vostro smartphone
  • A questo punto occorre avere tra le mani il device bersaglio (quello che volete spiare)
  • Adesso dovrete procurarvi l’indirizzo MAC (identificativo) del modem del dispositivo

La posizione del percorso utile alla visualizzazione varia in relazione al sistema operativo d’origine:

  • Android: Impostazioni > Info sul Telefono > Stato > Indirizzo MAC Wi-Fi
  • iOS: Impostazioni > Generali > Info > Indirizzo Wi-Fi
  • Windows Phone: Impostazioni > Info > più informazioni > indirizzo MAC
  • BlackBerry: Opzioni > Device > Device e Status Info > WLAN MAC
  • La medesima operazione deve essere effettuata anche sul vostro dispositivo. Appuntatevi i due indirizzi e proseguite…
  • Il passo successivo risulta alquanto ovvio: Occorre scambiare il vostro indirizzo MAC con quello della vittima al fine di dirottare il traffico bidirezionale verso il vostro dispositivo. Anche in questo caso abbiamo applicazioni differenti per sistemi operativi differenti. Su Android useremo BusyBox mentre su iOS potremo usare alternativamente sia MacDaddyX che WifiSpoof.

L’operazione precedente, come si evince chiaramente da se, consente di ingannare appunto il client mascherando il proprio indirizzo di rete con quello dello smartphone da spiare.

  • Installate ora Whatsapp sul vostro smartphone

Capite da voi che, per confermare l’account e quindi l’accesso, sarà necessario avere tra le mani il telefono da tenere sotto controllo poiché sarà su questo che verrà inviato il messaggio di verifica del numero indicato. Proseguite e ricordate di cancellare l’sms !!

  • Una volta fatto tutto ciò potrete nuovamente ripristinare il MAC Address originale del vostro device.

Così facendo avrete la possibilità di leggere tutti i messaggi che arrivano al dispositivo della vittima compresi i contenuti multimediali. A questo punto però sorge un dilemma: le opzioni di visualizzazione dei messaggi (per intenderci le classiche spunte blu).

Chiaramente a lungo andare l’utente si accorgerà di non aver letto qualche messaggio nonostante la doppia spunta blu sia attiva, il che contribuirebbe a far sorgere non pochi dubbi. Per far sì che non ci si accorga di tale situazione consiglio di leggere le notifiche dalla barra delle applicazioni di sistema.

*Naturalmente la procedura non consente l’utilizzo multi-account perciò non potrete collegare sullo stesso dispositivo due numeri di telefono per l’app. Tenetelo bene a mente. Se vuoi scoprire come fare consulta il link precedente.

spiare WhatsApp trucchi

 

Come proteggere WhatsApp Gratis

Com’è giusto che sia, forniamo, assieme al metodo di contagio anche il vaccino per la cura. Se temete che un fidanzato o una ragazza gelosa possa tramare alle vostre spalle coi metodi sopra descritti, allora dovete adottare delle adeguate contromisure. Un ottimo metodo consente nell’apporre un blocco di apertura all’applicazione che la renda inespugnabile e lontana da sguardi indiscreti.

Chat blocco ne è un candido esempio. Tramite essa, infatti, potremo bloccare gratuitamente gli accessi indesiderati alle nostre conversazioni. Funziona tanto per WA quanto per le altre applicazioni di messaggistica su smartphone e tablet. Esistono altresì molte altre applicazioni anch’esse gratuite.

Spiare con WhatsApp Web

Abbiamo visto come spiare Whatsapp da Android e relativi sistemi operativi mobile tramite opportuni tools. Certamente non una soluzione comoda ma che si rivela utile nel caso in cui si abbia tempo libero e grande spazio di manovra.

Una soluzione più alla portata consiste nello sniffing dei contenuti tramite Personal Computer. L’alternativa viene dalla versione Whatsapp PC, introdotta da Facebook allo scopo di consentire il messagging da sistemi desktop. Il tutto si realizza attraverso una banale procedura di bypass che può essere effettuata da browser web sia da smartphone (occorre abilitare la visualizzazione desktop) che da PC.

Scarica Web Whatsapp dal seguente link Whastapp PC Download.

Whatsapp web

L’accesso al servizio è regolato da codice QR. Se scansionato su monitor garantisce l’accesso all’interfaccia delle conversazioni su computer (funziona in modo ottimale solo su Chrome Browser) ma anche con l’ultima versione dei browser Firefox, Opera o Safari.
Vi basterà farlo col telefono della vittima per entrare nello storico chat.

Benché la spunta su “Resta Connesso” sia attiva, il team Whatsapp è corso ai ripari effettuando un log-out preventivo nel momento in cui si esce dalla web-page. Ovviamente rimanere connessi per un lasso di tempo sufficiente vi consentirà di scoprire eventualmente qualche sotterfugio amoroso.

 

 

Disclaimer

Focustech e l’autore della presente non si ritengono responsabili di un eventuale uso illecito delle informazioni ivi contenute volte a violazioni di norme legislative e/o di diritto d’autore ed alla pirateria informatica. Il materiale qui presente è da intendersi al solo scopo illustrativo. Proseguendo dichiarate voi stessi diretti responsabili delle eventuali conseguenze.

Conclusioni

Se avete il sospetto di esser stati traditi o se volete provare il brivido di scoprire le conversazioni altrui o di voi stessi, sapete come fare. Il tutto a vostro rischio e pericolo visto che, un simile comportamento, rientra a pieno titolo nelle violazioni delle norme legislative vigenti. Spero comunque di esservi stato di aiuto.