SSD Lacie Bolt 3: il disco più veloce al mondo per Thunderbolt di Mac

Lacie Bolt 3 rappresenta il disco SSD che tutti gli utenti detentori di un Mac vorrebbero. Si tratta di una periferica esterna che si fregia della presenza di una doppia porta in standard Thunderbolt compatibile Mac ed iMac in grado di interfacciare i sistemi informatici di casa Apple con un’unità interna da ben 2TB, difficilmente apprezzabili in questa fascia di prodotti.

Ad ogni modo, ciò che stupisce non risiede tanto nelle doti di archiviazione dell’unità esterna ma, piuttosto, nella capacità di gestire un bandwidth di trasmissione davvero impressionante che sfiora picchi di massima di 2.800MB al secondo e, a ragion di ciò, perfettamente adatto a video editing di livello professionale ad altissime risoluzioni ed in tutte quelle occasioni in cui un semplice SSD consumer non si rendesse efficace.

Lacie Bolt 3 non offre alcun compromesso: la velocità è davvero da primato. Poter gestire stream video in editing da 4K o 6K non sarà assolutamente un problema. Davvero di rilievo è anche la possibilità di poter interfacciare al dispositivo altri device grazie al supporto nativo all’interfaccia USB Type-C reversibile che consente, inoltre, anche un collegamento “a cascata” che permette di realizzare un collegamento serie con più dispositivi insieme.

lacie bolt 3 ssd

Lacie Bolt 3 SSD non è, ad ogni modo, l’unica soluzione pervenuta per mano del produttore che, a tal fine, affianca a questi straordinari prodotti altri dispositivi decisamente più grandi che rispondono a nome di 6Big e 12Big, i quali consentono rispettivamente di beneficiare di unità più capienti le cui velocità sono di 1.400MB e 2.600MB al secondo.

Il primo lo troviamo con capacità previste di 24, 36, 48 e 60 TB con un prezzo di partenza di ben $3.199 dollari, mentre i secondi nei tagli da 48, 72, 96 e 120 TB con prezzario base di $6.399 dollari. Per quanto, invece, riguarda la versione oggetto del post, si parla di ben $1.999, il che lo colloca su un livello di mercato decisamente fuori portata dell’utente medio ma che, come si è potuto intuire, si indirizza ad un pubblico che opera in ambito più professionale o nel comparto aziendale.

Che cosa ve ne pare di questo nuovo SSD? Lasciateci le vostre opinioni.