Tablet PCs: vendite in calo. Già finita la mania delle tavolette?

Uno studio IDC rivela un calo di vendite dei tablet nel primo trimestre 2012. La flessione, superiore a quella prevista dagli analisti, sembra dovuta in particolare a un rallentamento dei dispositivi basati su OS Android.

Tablet PCs: vendite in calo. Già finita la mania delle tavolette?Nel trimestre fiscale 2012 sono stati consegnati 17,4 milioni di tablet in tutto il mondo, ben 1,2 milioni di unità in meno rispetto alle stime previste. Le vendite sono diminuite anche per Apple che, nell’ultimo trimestre, ha consegnato “solo” 11,8 milioni di iPad contro i 15,4 milioni venduti nel quarto trimestre del 2012. Nonostante la flessione, Apple è ancora leader di mercato di gran lunga e la sua quota di mercato è addirittura aumentata dal 55% al 68%.

Più interessante la lotta tra i competitors. “Anche se Apple continuerà a mantenersi salda sul podio – commenta l’analista di Idc Bob O’Donnell – la battaglia per le posizioni successivi sarà feroce” .

Al momento il secondo posto è occupato da Samsung, ma le sue forniture sono in calo, e Amazon incalza pericolosamente, forte di un saldo terzo posto. Al quarto posto si piazza il produttore cinese Lenovo, seguito da Barnes & Noble (che proverà a risalire la china in virtù del recente accordo con Microsoft).

Sebbene le vendite di tablet Android siano in calo, Lenovo e Samsung accorciano le distanze sui tablet di ultima generazione. Lo studio, però, evidenzia che gli altri tablet devono fissare prezzi sensibilmente minori rispetto all’iPad per cercare di competere con Apple, l’unica capace di mantenere margini notevoli.


Insomma, per il momento il settore dei tablet sembra essersi arenato in una fase di stasi, dopo aver conosciuto una rapidissima crescita. A questo punto bisogna aspettare le prossime mosse dei giganti che possono muovere il mercato. A tal proposito Google (che lancerà il suo tablet), Amazon (che dovrebbe commercializzare un nuovo modello di Kindle Fire con schermo più grande) e Microsoft (con il suo Windows 8) potrebbero scuotere nuovamente il segmento. IDC, infatti, ha sottolineato come il segmento possa tornare a crescere nei prossimi trimestri grazie all’introduzione di nuovi prodotti.