Maxi Truffa delle Bollette, nuovo allarme per gli utenti della rete

Nel corso di queste ultime ore il portale online Una vita da social sta ospitando un crescendo di segnalazioni che si concretizzano in una nuova grande truffa che sta giungendo all’interesse dei malcapitati sotto forma di esortazione al pagamento immediato di alcuni conti per la fruizione di servizi.

La truffa delle bollette viene perpetrata mezzo internet attraverso la richiesta di pagamento di somme che vanno dai €17 ai €500 da effettuarsi nell’immediato così come indicato all’interno della pagina Facebook della Polizia, in cui si apre un topic sulla vicenda che seguita le recenti maxi-truffe per conto di pseudo-società legate a Telecom Italia ed all’Agenzia delle Entrate.

Pronto è stato l’intervento degli addetti ai lavori della Polizia Postale che hanno provveduto a fare chiarezza a seguito di decine e decine di messaggi di posta elettronica che riportavano false richieste di pagamento indebitamente inoltrate ad istituti professionali tramite un comprovato sistema di phishing multiplo che si serviva di indicazioni poco rassicuranti in merito alla necessità di provvedere al pagamento immediato di una somma compresa tra €17 e €500 a fronte di servizi utilizzati e scadenze su ipotetici debiti contratti dagli interessati. truffa online bollette

I messaggi, chiaramente, sono dei limpidi tentativi di estorsione perpetrati tramite phishing voluto allo scopo di avere a disposizione gli estremi bancari di carte e conti cui accedere per effettuare i prelievi ad opera dei malintenzionati mascherati dietro nomi di importanti società di servizi.

Il rischio dovuto alla truffa online, comunque, non si ripercuote soltanto a livello economico ma anche a livello di sistema, vista l’alta probabilità di contrarre un virus informatico dal click sul link indicato all’interno della mail di riferimento o sull’allegato.

In questi casi, ed in tutti i casi in cui la cosa “puzzasse di marcio”, la prima cosa da fare è procedere con cautela ed utilizzare senza parsimonia il proprio buonsenso ed una certa diffidenza, da accompagnare agli opportuni strumenti di verifica gratuiti e professionali messi a disposizione dalla rete. Controlla sempre il mittente e verifica la sua identità e, in nessun caso, si proceda all’apertura degli allegati o all’accesso sui link indicati. Proteggetevi.

LEGGI ANCHE: Nuova truffa su Whatsapp non aprite questo link, emoji e riattivazione