Galaxy Note 7 è morto, Samsung ferma la produzione

AGGIORNAMENTO 11/10: Galaxy Note 7 non verrà più prodotto, non ci saranno più richiami. Il probabile miglior Android è praticamente morto. Le numerose segnalazioni relative alla batteria esplosiva hanno costretto Samsung a prendere questa incredibile decisione, dato che “la sicurezza dei consumatori viene prima dei prodotti”. Galaxy Note 7 scompare quindi dal mercato, per sempre.

——

Ormai è ufficiale, Samsung Galaxy Note 7 è stato “tolto” dal mercato, o meglio, la casa sudcoreana ha annunciato un richiamo globale di tutti i dispositivi perché una piccola percentuale è affetta da un problema molto pericoloso: la batteria potrebbe esplodere. Dopo giorni di rumor e speculazioni, Samsung ha dato l’annuncio ufficiale: un periodo davvero nero per la società, con l’ombra di iPhone 7 che sarà presentato solo tra qualche giorno, il 7 settembre.

DJ Koh, il capo della divisione mobile di Samsung, ha rivelato i risultati di un’indagine sugli incidenti accaduti a diversi esemplari di Galaxy Note 7, riportati dal 19 agosto, giorno in cui il device è uscito in diversi mercati. Richiamo globale significa che TUTTI i dispositivi venduti dovranno ritornare a Samsung e che le vendite sono effettivamente sospese. Samsung sta già preparando dei device sostitutivi a chi l’ha già acquistato, e il processo ci metterà due settimane per essere concluso.

Finora ci sono state 35 batterie esplose mentre il Note 7 era in ricarica. Samsung ha detto che “solo” 24 unità ogni milione (o una su 42.000) sono difettose, ma il richiamo si farà per una questione di precauzione. Maggiori informazioni saranno rilasciate a breve mercato per mercato. Ecco cosa dice Samsung in una dichiarazione ufficiale:

“Samsung si impegna a produrre dispositivi di altissima qualità e ogni report di incidenti da parte dei nostri clienti viene preso seriamente. In risposta ai casi segnalati di recente sul nuovo Galaxy Note 7, abbiamo condotto un’indagine approfondita e trovato un problema alla batteria. Fino al primo settembre ci sono stati 35 casi di incidente segnalati a livello globale e stiamo conducendo un controllo approfondito con i nostri fornitori per identificare eventuali batterie difettose sul mercato.

Poiché la sicurezza dei nostri clienti è una priorità assoluta per Samsung, abbiamo sospeso di vendite del Galaxy Note 7. A chi possiede già un Galaxy Note 7, questo verrà sostituito con uno nuovo nelle prossime settimane. Riconosciamo l’inconveniente sul mercato, ma tutto questo è necessario per continuare a fornire prodotti di altissima qualità. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri partner per garantire la più efficiente e comoda esperienza di sostituzione”.