Vaccini: se sei un genitore, è necessario leggere questa lettera

Il dibattito sui vaccini continua a tenere banco nel mondo della medicina. Molte famiglie ancora oggi decidono di fare una scelta attiva e non vaccinare i loro bambini a causa di malattie prevenibili, nonostante una maggiore consapevolezza e anche alcuni paesi che applicano la vaccinazione obbligatoria senza eccezioni. Un grande dibattito contro le politiche di vaccinazione obbligatoria deriva dalla questione di libera scelta e di libertà individuale. Tuttavia, come spiega questa storia, è molto più che una questione di scelta individuale. In una comunità in cui la vaccinazione di massa ha avuto luogo, una “immunità di gregge” si sviluppa.

Questo significa che la maggior parte dei membri della comunità sono protetti contro la malattia, perché ci sono poche opportunità per un focolaio. Ciò è particolarmente importante per quelli con un sistema immunitario compromesso. Questa lettera viene da Savaning of Scarlett, un blog scritto dalla famiglia di una bambina di 4 anni,  che sta combattendo contro la leucemia linfoblastica acuta, una forma di cancro che colpisce le cellule bianche del sangue e quindi può provocare gravi di immunodeficienza:

“Oggi doveva essere un grande giorno: primo giorno di scuola per le nostre bellissime figlie. Mentre tutti gli altri genitori ridevano e incoraggiavano i loro figli, godendo di questo momento speciale, noi siamo stati tirati in disparte dal docente. Mentre lei ha letto le cartelle cliniche dei bambini, ha scoperto che uno dei bambini in classe di Scarlett non è stato vaccinato. Ci sono molte cose che vorrei dire, ma la mia coscienza mi ferma. Capisco che niente che io dica possa convincere un altro genitore a cambiare le proprie credenze. Ma ho deciso di scrivere una lettera. Quindi, ecco la mia lettera a quel genitore:

Questa mattina, le mie figlie si sono vestite per il loro primo giorno di scuola. Avevano abiti nuovi che hanno scelto da se. Hanno indossato i loro zaini. Hanno preso le loro foto. Si  divertivano  e ridevano nel loro cammino in età prescolare. Erano proprio come il vostro bambino.Tranne per il fatto che mia figlia non è come il vostro bambino. Mia figlia ha il cancro. Ha avuto un trapano nei suoi fianchi. E ‘stata infilata con un ago più volte di quanto possiamo contare. Ha avuto interventi chirurgici, ha perso i capelli, ha guardato morire gli amici. Ha sofferto per la malattia e il dolore. Ha sofferto abbastanza.

Come genitori, abbiamo visto tutto questo. Abbiamo cercato di tenere la testa alta, abbiamo raccolto fondi. Abbiamo aperto ogni aspetto della nostra vita al pubblico allo scopo di portare consapevolezza nella speranza di una cura. Lo facciamo, non per il nostro bambino, ma per voi. Speriamo di fermare questa orribile malattia nelle sue origini. Speriamo che  a nessun bambino venga diagnosticato un cancro,  che nessun figlio debba soffrire, nessun  bambino debba morire. Facciamo questo per la società, per il bene superiore.

Oggi mia figlia è andata a scuola. Questa sera, dobbiamo prendere la decisione o meno di mandarla a scuola domani, perché non avete fatto vaccinare il vostro bambino. Avete messo la nostra bambina a rischio con la decisione che avete preso. Ora devo prendere questa decisione. Abbiamo preso abbastanza decisioni negli ultimi due anni. Decisioni  da cui la vita di nostra figlia dipendeva. Ci costringete a dover prendere un’altra decisione che non avremmo voluto prendere.

vaccini
vaccini

Chiediamo una cosa a tutti voi, dopo tutta la nostra sofferenza. Prendetevi cura della società, pensate al bene più grande. Vaccinate i vostri bambini per proteggere nostra figlia. I vaccini non causano l’autismo. I vaccini non causano il cancro. I vaccini salvano vite. Posso chiamarti egoista. Posso chiamarti stupido. Posso chiamarti nomi che sono molto peggio, perché io sono arrabbiato oggi. Ma questo non mi aiuterà domani. Non mi servirà per asciugare le lacrime di mio figlio perché non può tornare a scuola o tenere la testa mentre depone in un letto d’ospedale morendo di morbillo. La vostra decisione non influisce veramente su di voi. Probabilmente non vedrete mai le ramificazioni delle vostre azioni. 

Io sono solo una mamma, che cerca di proteggere il suo bambino. La differenza è che ho la scienza, i fatti e le statistiche dalla mia parte. Sono arrabbiato, triste, ferito e in definitiva impotente. Non posso obbligare la scuola a dire alla famiglia di questo bambino di vaccinare o modificare le classi. Ma posso usare la mia voce per incoraggiare il mio stato per eliminare le esenzioni personali per i vaccini della scuola. Mi limiterò ad aggiungere questo piccolo compito per il mio breve elenco di cose da fare.

Questa sarà una lettera che non invierò mai perché sono un codardo. Non voglio affrontare questa famiglia (parzialmente perché non so chi sono). Si può mai sapere che mia figlia è (o era) nella loro classe. Sono troppo codardo per far sapere loro quanto me e mia figlia male hanno fatto. Non sapranno mai quanto la loro decisione  ha colpito la nostra famiglia.Quindi vi chiedo, di pensare anche a bambini come Scarlett quando deciderete se vaccinare i vostri figli o meno.”

Leggi anche: Apple lancia CareKit per monitorare il proprio stato di salute