Il video del Samsung Galaxy Note 7 “sicuro” in fiamme: paura in Corea

Il Samsung Galaxy Note 7 rischia davvero il ritiro definitivo dal mercato, questa volta non ci sono dubbi al dì là delle dichiarazioni ufficiali del produttore coreano. Proprio in queste ore stanno emergendo sul web alcune segnalazioni che la dicono lunga sul tipo di lavoro portato avanti dal produttore coreano in queste settimane, nel vano tentativo di assicurare al proprio pubblico uno smartphone “sicuro” sul fronte delle temperature e delle possibili esplosioni.

In primo luogo, Michael Klering, un uomo di Nicholasville, in Kentucky, riferisce di essersi svegliato nel cuore della notte con il suo Samsung Galaxy Note 7 letteralmente in fiamme. Per lui una bronchite acuta e la corsa in ospedale, al punto che alcuni funzionari Samsung pare gli abbiano già fatto visita per provare ad approfondire quanto avvenuto. Giunge però da un Burger King in Corea del Sud la testimonianza più incredibile su ciò che può avvenire puntando sul Samsung Galaxy Note 7.

Samsung Galaxy Note 7
Samsung Galaxy Note 7

Per una volta, infatti, non ci si limita e mere segnalazioni, ma abbiamo un vero e proprio video a supporto della tesi secondo cui lo smartphone rischia effettivamente di andare a fuoco. Nelle immagini possiamo notare una cameriera intenta a rimuovere il Samsung Galaxy Note 7 dal tavolo dopo aver isolato l’area. Si tratta come accennato del primo contributo con cui possiamo farci un’idea su quello che avviene in circostanze di questo tipo.

Samsung ha già dichiarato di aver fatto partire un’indagine sulla seconda ondata di Samsung Galaxy Note 7 lanciati sul mercato, mentre alcuni operatori americani stanno provando a limitare i danni offrendo ai propri utenti smartphone sostitutivi. L’idea che il phablet presentato un paio di mesi fa dal produttore coreano si possa considerare già da oggi un fallimento, in ogni caso, è ormai forte per tutti. Ecco il video che sta facendo il giro del web.