Vridge trasforma il vostro telefono in Oculus Rift o HTC Vive

Dopo decenni di promesse, prototipi, scommesse fatte e perse, finalmente siamo arrivati nella tanto agognata era della Realtà Virtuale grazie a Facebook, Sony, Samsung e HTC.

Ognuno dei visori di questi colossi è stato indirizzato e pensato per un pubblico molto eterogeneo e diversificato. L’immersività offerta da Oculus Rift e HTC Vive è diversa (e per certi versi migliore) di quella di Playstation VR, che a sua volta è superiore a quella del Gear VR che comunque regna sovrano in ambito mobile.

wridge oculus rift

A cambiare ovviamente sono anche i prezzi e i requisiti minimi richiesti per funzionare. Una piccola software house di nome Riftcat ha però deciso di abbattere queste barriere e portare l’esperienza gaming di Oculus Rift e HTC Vive anche su mobile, utilizzando semplicemente un comunissimo Google Cardboard.

L’applicazione in questione di chiama Vridge e, nonostante sia ancora in beta, può essere già scaricata dal sito ufficiale. Il funzionamento di Vridge richiede un client PC e l’applicazione da scaricare sullo smartphone Android (è in lavorazione anche una versione iOS), in modo da poter “streammare” il flusso dati dal computer al terminale mobile.

In questo modo potrete vivere l’esperienza VR Desktop sul vostro telefono, a patto che abbia un display di almeno 5″ e monti Android 5.0 Lollipop o superiore.

Price: Free

Prima di lanciarvi in facili entusiasmi, i ragazzi di Riftcat ricordano che Vridge è ancora in una fase di beta ed alcuni malfunzionamenti o bug sono fisiologici; inoltre per usufruire delle potenzialità di questa app è necessario avere una postazione PC che rispetti i seguenti requisiti minimi:

  • Sistema Operativo: Windows 8.1 o superiore
  • CPU: i5 2500K o superiore
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 650 o AMD Radeon 7750
  • Smartphone: Android 5.0 o superiore
  • Connessione: Wi-Fi a 2,4 GHz

Non tutti i giochi sono attualmente disponibili, ma è comunque un progetto da sostenere per dare un’ulteriore sferzata di freschezza al settore della Realtà Virtuale. Se quindi anche voi siete interessati a Vridge, non dovete fare altro che iscrivervi sul sito, scaricare il client PC e l’applicazione Android, collegare i dispositivi e far partire il flusso dati.

Fateci sapere con un commento qui sotto cosa ne pensate e soprattutto se secondo voi potrà essere questa un’applicazione di successo o meno; dal canto nostro lo speriamo vivamente.